PhotoMath risolve le equazioni semplicemente inquadrando il libro

L’applicazione lanciata da MicroBlink permette di inquadrare con la fotocamera dello smartphone un problema di matematica e di trovare la soluzione. Non solo: l’app mostra allo studente anche tutto il procedimento per arrivare al risultato

Inquadra il tuo libro come se fosse un Qr code, scatta una fotografia e risolvi un’equazione. Basta sbattere la testa sui numeri e trascorrere le ore cercando di venire a capo di un problema che proprio non si riesce a risolvere. C’è un’app pensata apposta per la matematica. Si chiama PhotoMath e sembra essere un sogno per chi a scuola collezionava solo insufficienze in matematica. E per chi, oltre al risultato finale, volesse vedere tutto il procedimento, l’applicazione permette anche di imparare le varie fasi per arrivare alla soluzione del problema. 

Leggi anche: OpenProf, lo Spotify della matematica che vi aiuta con gli esami

matematica

Equazioni e logaritmi sullo smartphone

L’applicazione è stata lanciata dalla startup MicroBlink nel 2014 e oggi è una delle app più popolari nella categoria istruzione di iTunes in più di 100 Paesi. È disponibile anche per Android e dà una mano agli studenti che hanno bisogno di supporto per l’aritmetica, le frazioni, i decimali, i sistemi di equazioni (anche di secondo grado) e i logaritmi. Il tutto è possibile tramite la calcolatrice-fotocamera e a un’efficiente tastiera con tutti i simboli matematici necessari.

Solo numeri

In un’intervista a TechCrunch, il Ceo di PhotoMath Damir Sabol aveva detto: «Non siamo una società che si occupa di educazione. Stiamo promuovendo la nostra tecnologia machine vision con PhotoMath». Lo scopo principale non è quindi quello di aumentare le conoscenze degli studenti, ma valorizzare le app di riconoscimento del testo sul quale MicroBlink ha da sempre molto puntato. Una funzione che manca a PhotoMath è la lettura di problemi descritti a parole, senza numeri. Sul sito di PhotoMath, però, la speranza che viene presentata è quella dell’intelligenza artificiale e dei progressi che porterà presto alla tecnologia. Stesso ragionamento vale per il testo scritto a mano. I questi anni la società ha lavorato molto per perfezionare il sistema di scansione e di immediato feedback sui contenuti.

photomath-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

OpenProf, lo Spotify della matematica che vi aiuta con gli esami

La piattaforma raccoglie Playlist di esercizi di matematica svolti e spiegati da una community di docenti, per aiutare gli studenti a studiare la materia più ostica di tutte

10 scuole per la vita che stanno cambiando il modo in cui pensiamo l’istruzione

Ben Keene ha raccolto le 10 scuole che nel mondo stanno cercando un modello di istruzione diverso dai canoni tradizionali. E che sia per la vita

7 app per prepararsi all’esame di maturità

Ecco una raccolta di applicazioni per il ripasso delle materie d’esame. Strumenti utili per la preparazione delle prove scritte ed orali della maturità

Sognatori, imprenditori, innovatori. A Nana Bianca una pizza con StartupItalia! per costruire #SIOS17

Lo startup studio di Firenze ha ospitato l’incontro pizza e birra tra startupper in vista del prossimo Open Summit. Idee, progetti e storie di nuove imprese, tutte insieme allo stesso tavolo

Aumenta la RAM e aumenta pure il prezzo. Ecco il nuovo One Plus 5

È il più costoso smartphone mai venduto dall’azienda cinese che lo equipaggia di tutto punto per cercare di fare il grande salto. Le caratteristiche sono da primo della classe e le differenze con i competitor si riducono

Se la scelta di mangiare verdure dipende da come è scritto il menu

Meglio «bocconcini di zucchine caramellate» o «zucchine verdi nutrienti»? Uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine ha dimostrato che mettere in risalto le qualità benefiche di alcuni vegetali non sempre invoglia i clienti dei ristoranti a sceglierli

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito