Aperte le iscrizioni al MYllennium Award per startupper, giornalisti e designer under 30

Fino al 30 aprile sono aperte le iscrizioni al Myllennium Award 2016. Il premio è diviso in varie sezioni: Saggistica, Startup, Giornalismo d’inchiesta, Nuove opportunità di lavoro, Architettura e Cinema

Il Gruppo Barletta ha lanciato la seconda edizione del premio MYllennium Award 2016 rivolto agli under 30 e ai loro progetti nelle sezioni Saggistica, Startup, Giornalismo d’inchiesta, Nuove opportunità di lavoro, Architettura e, da quest’anno, Cinema. Si può inviare la propria candidatura fino al 30 aprile 2016, per tentare di vincere i premi in palio: finanziamenti per chi deve realizzare un progetto, borse di studio per la formazione e altri. In giuria ci saranno Matteo Garrone, Riccardo Luna, Paolo Genovese, Paolo Barberis, Alberto Luna, Alessandro Politi, Paola Saluzzi, Barbara Carfagna e tanti altri rappresentanti del mondo accademico, delle istituzioni, del giornalismo e del cinema.

MYllennium Award

Timeline

Il premio è promosso dal Gruppo Barletta in memoria del suo fondatore, Raffaele Barletta, che si rivolte alla generazione dei cosiddetti “millennials”, cioè agli under 30 per valorizzare creatività e innovazione. Le candidature potranno pervenire attraverso il sito entro il 30 aprile 2016 (ad eccezione della sezione My Job per cui le iscrizioni chiuderanno il 10 maggio 2016).

6 sezioni

Il MYllennium Award si articola quest’anno in sei sezioni: My Book, con la premiazione di nove saggi su “Geopolitica e Integrazione”, “Innovazione e Futuro”, “Best practices”; My Startup, con la premiazione di due imprese o progetti di impresa ad alto contenuto tecnologico; My Reportage, con la premiazione di tre video inchieste sul turismo in Italia; My Job, con l’assegnazione di stage in aziende italiane e internazionali e master presso Università Bocconi di Milano, LUISS Guido Carli di Roma e Bologna Business School; My City, con la premiazione e la realizzazione di un progetto di arredo urbano (sezione coming soon); My Frame, la novità dell’edizione 2016, che premia il miglior cortometraggio sul tema “My Generation! I Millennials”.

Startup day

Nel mese di maggio 2016 si terrà a Roma lo startup day, giornata in cui i candidati di My Startup presenteranno alla giuria la propria startup. Il 15 giugno 2016 sarà pubblicato sul sito l’elenco dei finalisti nelle diverse sezioni che parteciperanno alla cerimonia di premiazione nella quale verranno proclamati i vincitori nelle diverse sezioni. La cerimonia di premiazione avrà luogo il 6 luglio 2016 a Roma.

La giuria

Per la sezione My Startup i giurati sono Paolo Barberis, consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, Riccardo Luna, direttore CheFuturo! e Startupitalia!, Laura Mirabella, Managing Director uFirst, Riccardo Pozzoli, CEO The Blonde Salad-Chiara Ferragni, Luca La Mesa, CEO Publisoftweb. I giurati della sezione My Reportage sono Barbara Carfagna, giornalista Tg1, Federico Garimberti, giornalista Ansa, Stella Pende, giornalista Mediaset, Paola Saluzzi, giornalista Sky, Nicola Barone, giornalista Il Sole 24 Ore. Per la sezione MyJob la giuria è composta da Francesca Golfettoprofessore ordinario di Management Università Bocconi, Matteo Giuliano Caroliprofessore ordinario di Gestione delle imprese internazionali e direttore del Centro di ricerche internazionali sull’innovazione sociale, LUISS Guido Carli, Max Bergami, Dean Bologna Business School, Patrizia Fontanapartner Carter & BensonAlex Giordanodirettore Centro Studi Etnografia DigitaleAlberto Luna, partner IXL-Center, COO StartupItalia, Co-organizer Maker Faire Europe Edition, Antonio De Napoli, presidente Associazione ItaliaCamp, Mauro Loy, Marketing Manager Methos, Francesco Tufarelli, direttore generale Presidenza del Consiglio dei Ministri. I giurati della novità 2016, la sezione My Frame, sono i registi Matteo Garrone e Paolo Genovese, il produttore Andrea LeonePaolo Del Brocco, amministratore delegato Rai Cinema e Nicola Maccanico, direttore generale Warner Bros Italia. La sezione My City sarà presto online. 

In Germania stanno costruendo robot che provano dolore

Alcuni ricercatori dell’università di Hannover stanno sviluppando un sistema nervoso artificiale: un braccio robotico con dei sensori sulle dita potrà riconoscere i mutamenti al proprio stato e valutare eventuali danni

“Peperonata e schiscetta home made. E il futuro è nel ritorno alle tradizioni”

La cosa più buona? “Pesce crudo”. L’innovazione nel food? “La consapevolezza di quello che mangiamo”. Il settore che promette? “Street food”. E a pranzo, schiscetta home made. Al Questionario di Food Elisa Sartor (Mani in Pasta)