analisi

I ragazzi leggono sempre meno, e sono gli adulti (maschi) a dare il cattivo esempio

Nonostante le case editrici continuino a sfornare libri, i lettori calano. E’ preoccupante che ad entrare in crisi sia anche l’editoria per ragazzi che in Italia è da sempre uno dei settori più forti

di Alex Corlazzoli
analisi

Il digitale in classe: le istituzioni, i dati, i progetti di Microsoft | Il punto

La necessità di svecchiare l’istituzione scolastica è urgente. Le iniziative del Governo, i progetti innovativi e uno sguardo fuori dall’Italia

di Sara Riboldi
analisi

Cyberbullismo: cosa cambia con la nuova legge per le vittime, le loro famiglie e i bulli

Dalla possibilità di rivolgersi al gestore del sito, fino ai percorsi di accompagnamento per i protagonisti della violenza: la nuova normativa spiegata punto per punto

di Alex Corlazzoli
analisi

I 4 anni della Startup School di Mind the Bridge in 8 startup (e più di 300 alumni). Infografica

Da progetto sperimentale a Scuola internazionale per la formazione imprenditoriale: in 4 anni di attività sono 20 oggi i paesi rappresentati dalla MtB School, con una presenza femminile cresciuta dal 6 al 25%

di Alessio Nisi
analisi

Gli studenti non sanno riconoscere le notizie false sui social: lo studio della Stanford University

La maggioranza degli adolescenti non riesce a distinguere le notizie vere dalle bufale o dalle pubblicità. E’ quanto è emerso dallo studio dell’Università di Stanford “Evaluating information: the cornerstone of civic online reasoning”

di Carlotta Balena
analisi

Il fatto è meno importante dell’opinione: che cosa è la “post-verità” (parola dell’anno 2016)

L’Oxford Dictionaries ha scelto la parola dell’anno per il 2016: è “post-truth”, cioè “post-verità”. Termine che è stato sempre più usato nel corso dei mesi, soprattutto in concomitanza con particolari eventi politici

di Carlotta Balena
analisi

Ecco il vero digital divide: teenager ricchi e poveri usano la Rete in modo diverso

I primi cercano informazioni e notizie, i secondi sono più inclini a trascorrere tempo su chat e video. Se l’accesso alla Rete è uguale per tutti, il modo in cui viene usata no: ed è qui la vera disuguaglianza, dice l’Ocse

di Carlotta Balena
analisi

In Italia troppe teste ma poche opportunità: i dati dell’Indice sui talenti 2016

L’Italia forma bene le sue menti, ma ha un ascensore sociale fermo e non investe nei talenti dopo la laurea. Un’analisi sui dati del Global Talent Competitiveness Index 2016

di Loredana Oliva