Imparare il coding con Minecraft e Guerre Stellari: al via l’ora di codice

Nella settimana dal 9 al 13 dicembre nelle scuole si organizzano attività per avvicinare i bambini al coding. L’ora di codice è promossa da Code.org, che ogni anno realizza tutorial gratuiti per insegnare la programmazione ai piccoli

Dal 9 al 13 dicembre c’è l’Hour of code, l’ora di codice, organizzata da Code.org in tutto il mondo. L’iniziativa dell’organizzazione americana, ripresa in Italia dal progetto del ministero dell’Istruzione Programma il Futuro, promuove tutorial e corsi per insegnare ai bambini dai 4 anni in su le basi del pensiero computazionale e della programmazione informatica. Spesso i tutorial sono ispirati a personaggi dei cartoni animati, e quest’anno, uno dei tutorial disponibili è ispirato a Guerre Stellari. In occasione della Settimana della programmazione e dell’Ora di codice, Microsoft Italia e la Fondazione Mondo Digitale hanno organizzato una serie di attività in 15 scuole e nella Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale.

flex_tablet_hourofcode_f27d4536

Bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie possono cominciare a programmare con il codice a blocchi di Minecraft, il videogioco che aiuta a sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo. Gli studenti più esperti potranno svolgere il ruolo di tutor e coach. Per tutta la settimana dal 9 al 13 dicembre, le scuole coinvolte si sfideranno durante The Hour of Code”, diffusa in più di 180 paesi in ogni parte del mondo. Nella sfida tra mondi possibili le scuole coinvolte si incontrano anche nel mondo reale giovedì 10 dicembre, presso l’Istituto comprensivo Parco della Vittoria di Roma. In collegamento Skype con le scuole di ogni parte d’Italia, bambine e bambini confrontano esperienze, strategie di gioco e progetti per il futuro.

246223

Per tutta la settimana coach esperti insegnano la programmazione con il tutorial Minecraft anche alla Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale, che, in contemporanea, apre tutti i laboratori alle scuole per la Settimana del Piano Nazionale Scuola Digitale, lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dal 7 al 15 dicembre. 

Con l’Ora del Codice le scuole vengono coinvolte attivamente anche nella campagna europea eSkills for Jobs, promossa dalla Commissione europea, per promuovere la crescita quantitativa e qualitativa dell’occupazione. Il calendario completo dei laboratori di coding si può consultare su www.mondodigitale.org e www.innovationgym.org.

Ti potrebbe interessare anche

5 buoni motivi per insegnare il coding ai bambini

In questa infografica realizzata da Kodable sono riassunte alcune delle ragioni per cui l’insegnamento del coding a scuola è diventato una priorità

Arriva l’animatore digitale nelle scuole: 1.000 euro a ogni istituto, i nomi entro il 10 dicembre

E’ una figura prevista dal Piano Nazionale Scuola Digitale: si occuperà della formazione e del coinvolgimento della comunità scolastica nelle attività di digitalizzazione della scuola di appartenenza

Da Minecraft al coding: all’Edu Day la scuola 3.0 secondo Microsoft

Microsoft e il Miur hanno organizzato l’Edu Day, una giornata di formazione sulla scuola digitale dedicata a ragazzi e insegnanti, per parlare delle ultime frontiere di didattica innovativa

Storie di ex calciatori che oggi fanno startup. Bonetti, Ponzo e gli altri

Ivano Bonetti, ex centrocampista bianconero, smessi i panni di calciatore (e poi di manager) ha lanciato Mobisafe, startup che si occupa di tecnologia applicata alla salute. Ma non è il solo.

I tassi di interesse negativi delle banche, spiegati

Che senso ha mettere soldi in banca con la certezza che varranno di meno? Figuriamoci se è la Bce a chiedere alle banche di farlo. Coi loro soldi. Eppure un senso ce l’hanno, questi tassi d’interesse a margine negativo. Vi spieghiamo perché

Toronto, la città multiculturale che consuma poco e innova tanto

Sistemi per il controllo dei consumi nelle case, produzione di energia dal gas ricavato dai rifiuti, stampa in 3D alla portata di tutti: la capitale economica del Canada entra così a pieno titolo tra le smart city più importanti del mondo

Gioia e cibo a cielo e (cuore) aperto. Vi racconto il mio Salone del Gusto

È la prima edizione che si svolge a cielo aperto e senza biglietto d’ingresso. In tutta Torino. Con sapori, sorrisi ed eccellenze enogastronomiche da tutto il mondo. Ma soprattutto è la possibilità di scacciare via la paura e capire quanto è bello, insieme, voler bene alla Terra.