Google ha raccolto tutti i suoi programmi per insegnare il coding in un unico sito

Si chiama Computer Science Edu ed è la nuova piattaforma di Google che raccoglie tutti i programmi e i tool lanciati dalla sezione “education” del motore di ricerca, dedicata agli insegnanti

L’annuncio è stato dato qualche giorno fa direttamente dal blog di Google for Education, la sezione del colosso di Mountain View che si occupa di offrire strumenti e programmi per insegnanti e studenti. Google ha lanciato il suo nuovo sito “Computer Science Edu”, ovvero un portale che raccoglie tutte le risorse per l’insegnamento del coding e delle materie relative all’informatica e alla tecnologia. 

Leggi anche: TED | Mitch Resnick (MIT Media Lab): “Perché è importante insegnare il coding ai bambini”

google111

“L’interesse per la programmazione informatica sta crescendo – scrive Chris Stephenson, a capo dei programmi per il coding di Google Edu – persino il presidente degli Stati Uniti Obama ha sottolineato l’importanza di dare a ogni studente l’opportunità di imparare la programmazione”. Stephenson, nell’enfatizzare l’impegno di Google nello sviluppare programmi che aiutino l’apprendimento e l’insegnamento dell’informatica, annuncia la decisione di aprire una piattaforma la CS EDU website dove gli insegnanti possano trovare tutte le iniziative di Google relative all’insegnamento del coding.

L’insegnamento della programmazione informatica già tra i banchi di scuola è un tema che si sta dibattendo anche in Italia e non solo negli Usa. Esistono diverse stime che hanno calcolato come nei prossimi 5 anni ci saranno oltre un milione di posti di lavoro vacanti per programmatori: non semplici tecnici, ma persone in grado di rispondere alle sfide che la digitalizzazione di ogni settore della società sta vivendo. Ancora pochi si specializzano all’università scegliendo corsi di programmazione. Forse la ragione sta nel fatto che solo una piccola parte degli studenti ha l’opportunità di avvicinarsi al coding durante il liceo. Con il nuovo sito di Google sarà più semplice per gli insegnanti supportare i loro studenti nello studio del coding.  

Sulla piattaforma si possono trovare tutti i tool lanciati da Google: la sezione Computer Science First, è l’hub dei club in cui i bambini imparano il coding. La parte sul pensiero computazione (Computational Thinking) offre oltre 130 lezioni per studenti nella fascia 8-18 anni. Altre parti sono igniteCS, l’iniziativa di Google che supporta i gruppi di studenti universitari che fanno mentoring sulla programmazione, e Google’s Made with Code, il movimento per avvicinare le bambine al coding. Inoltre sulla piattaforma si possono trovare Blocky e tutti gli altri strumenti lanciati per l’evento dell’Ora di Codice, che ogni anno organizza attività rivolte ai più piccoli.

@carlottabalena

Leggi anche: Cubetto, il gioco che insegna il coding in stile Montessori, è un successo su Kickstarter 

Ti potrebbe interessare anche

Andrea, 19 anni, progetta un farmaco anti-Ebola e va in finale alla Google Science Fair

Andrea Senacheribbe è l’unico italiano arrivato in finale alla fiera di Google dedicata a giovani scienziati under 20. In palio, premi per 130 mila dollari

Con congedi parentali più lunghi le mamme mantengono il lavoro nel tech: Google insegna

Un congedo parentale adeguatamente retribuito e sufficientemente lungo riduce di molto l’abbandono del posto di lavoro da parte delle neo mamme. Google l’ha dimezzato

É aperta l’edizione 2016 della Google Science Fair

Fino al 17 maggio i giovani scienziati possono inviare i loro progetti alla Google Science Fair, la competizione mondiale di Google per adolescenti geniali

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia