The Mover Kit, il gioco hi-tech che spinge i bimbi a muoversi, programmare e inventare

Stimola i bambini a programmare, correre e inventare giochi. The Mover Kit ha raccolto 130 mila dollari su Kickstarter

Un gioco per bambini che punta a trasmettere un modo nuovo di fruire i dispositivi hi-tech. Si chiama The Mover Kit e promette di rivoluzionare il modo in cui i piccoli si rapportano alla tecnologia, non più in modo passivo, ma attivo, un po’ come ai vecchi tempi quando si costruivano oggetti in legno, metallo o cartone per divertirsi. L’idea, lanciata da una startup britannica, Technology Will Save Us, è uscita vittoriosa da una campagna su Kickstarter dove ha raccolto poco meno di 130 mila dollari.

Mover_stills_12

Come funziona The Mover Kit

L’oggetto è composto da un microcontrollore, batteria, una microusb e tutta una serie di sensori, accelerometro, magnetometro e LEDs che riproducono i colori dell’arcobaleno. Dopo averlo costruito in poco più di 10 minuti, il Mover Kit può essere trasportato sul polso. Come si gioca? Il bambino collega l’oggetto al computer e decide come fare interagire tra loro i componenti attraverso piccole procedure di programmazione. Dà le istruzioni “es. si colora di rosso se viene mosso per più di due minuti” e creare infinite funzioni, dalle luci per una spada laser, al faro di una macchina della polizia, fino a un timer per il loro spazzolino: «Diventa un modo per esprime loro stessi. Possono attaccarlo sulla bici, sul cane o sullo zaino e in ogni nuovo contesto assumerà un nuovo significato» spiega a The Verge il Ceo Bethany Koby, che può già contare su molti riconoscimenti prestigiosi, e considerata una delle Designer più interessanti per il futuro, che ha al suo attivo una partnership con BBC per produrre dei mini computer da distribuire nelle scuole inglesi.

IMG_2621 copy

Il portale online della creatività

Dopo aver realizzato l’idea, Koby l’ha testata su più di 300 bambini. Alla fase dei test ha seguito la campagna su Kickstarter con migliaia di pre-ordini a un prezzo di partenza di 45 sterline, sul mercato costerà il doppio, 83 dollari. A FastCompany, il Ceo sottolinea l’importanza che può rivestire l’oggetto nell’educazione dei bambini: «I dispositivi elettronici oggi in circolazione sono “chiusi”. Non è possibile capirne il funzionamento anche aprendoli. Imparare come questi dispositivi sono fatti, montandoli e facendoli interagire, fa una grossa differenza nell’apprendimento. In più usando il kit capiscono che per risolvere un problema devono mettersi in movimento e fare cose». Per spingere gli utenti a usare The Mover Kit anche quando crescono, Koby si è inventata un portale dove possono condividere le loro invenzioni con la community.

3061001-inline-3g-source

3 problemi da risolvere

Come spiega su Kickstarter Bethany spera di riuscire a cogliere “ben tre piccioni con una fava”. Aiutare i bambini a muoversi di più (dovrebbero farlo per 60 minuti, mentre la media in UK è appena di 20). E poi risolvere il gap nell’educazione informatica, secondo un sondaggio sempre in UK il 76% delle ragazze non sono interessate alla “creatività digitale”. E infine legare l’apprendimento della tecnologia alla possibilità di creare oggetti, per aumentare così l’interesse degli studenti verso l’hitech.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp

Botnet, Microsoft combatte Fancy Bear in tribunale

Per fronteggiare l’offensiva cibernetica che si presume giunga dalla Russia, a Redmond hanno scelto un’arma non convenzionale. I cyber-criminali sono colpiti a suon di carte bollate, e la loro botnet smantellata in tribunale