Dagli Ada Lab alle Lezioni Demo, tutti i segreti dell’Open Day di Codemotion Kids!

Il 24 giugno a Roma, negli spazi di LUISS Enlabs una giornata per conoscere da vicino la Scuola di Tecnologia per bambini e ragazzi, il programma delle attività didattiche 2017-2018, con un confronto sul rapporto tra educazione e nuove tecnologie

Un Open Day per conoscere da vicino la Scuola di Tecnologia per bambini e ragazzi Codemotion Kids!, il programma delle attività didattiche 2017-2018 e per un confronto sul rapporto complesso e articolato fra educazione e nuove tecnologie. Questo e altro in programma il 24 giugno a Roma, negli spazi di LUISS Enlabs, in via Marsala 29/h. QUI per registrarsi e partecipare.

codemotion kids

Ada Lab, Lezioni Demo

Dalle 10 alle 18, in programma anche la presentazione degli Ada Lab, il corso da 8 lezioni di avvicinamento alla tecnologia dedicato a bambine e ragazze dagli 8 ai 18 anni per abbattere i pregiudizi di genere che vedono le donne poco avvezze alle materie STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics).  Novità di quest’anno, le lezioni dimostrative grazie alle quali gli aspiranti innovatori potranno divertirsi e sperimentare una vera lezione di tecnologia. QUI il calendario delle Lezioni Demo. Nel dettaglio, dedicate a bambini e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, le attività didattiche di Codemotion Kids! (che riprenderanno a ottobre) sono percorsi annuali di tecnologia divisi per fasce d’età (Pianeta, Stella e Galassia) grazie a cui approfondire il mondo dei creatori di tecnologia grazie a 24 lezioni tra coding​, robotica,​ elettronica​, design,​ tinkering ​e making.

Il progetto e il gioco, dal 2013

Codemotion Kids!, attiva dal 2013 nella formazione tecnologica per bambini e ragazzi dagli 8 ai 18 anni, ha oggi 9 sedi distribuite in 8 città (Roma, Milano, Torino, Verona, Trento, Bologna, Genova, Modena). Nata dalla volontà di due donne, le founder della nota conferenza per sviluppatori software Codemotion, Chiara Russo e Mara Marzocchi, la scuola Kids si è sviluppata velocemente. La scuola è uno spazio dove i piccoli innovatori di domani potranno acquisire competenze trasversali in ambito tecnologico grazie all’aiuto di coach esperti e di un metodo implementato negli anni tra le aule Codemotion Kids! Il metodo di insegnamento di Codemotion Kids! è basato sul Creative Learning, quindi un metodo basato sul progetto e sul gioco.

Creare con la tecnologia

Per Chiara Russo, ceo di Codemotion Kids! «programmare vuol dire imparare a scomporre i problemi, lavorare per obiettivi e in gruppo. È una grande palestra di logica, perfettamente in linea con i tempi». E poi ricorda: «Quando a ottobre 2016 abbiamo deciso di proporre per la prima volta i Percorsi Annuali con lezioni durante la settimana per noi è stata una sfida. Fino a poco tempo prima, un corso di coding o di robotica era solo un’attività una tantum, aggiuntiva nell’agenda del bambino. Alle porte del nuovo anno – ha aggiunto – ci sentiamo in grado di affermare che la sfida è stata accolta positivamente da molti genitori, e che sempre di più i ragazzi si dimostrano affascinati dall’idea di poter creare qualcosa di loro attraverso le tecnologie a loro familiari».

Dalla parte delle ragazze

Nonostante questo, il lavoro da fare è ancora tanto. «Soprattutto – dice sempre Russo – per portare le bambine e le ragazze ad avvicinarsi alla tecnologia da creatrici, in una società che le considera poco portate per le materie STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics). Ad oggi solo il 10% dei nostri allievi è una ragazza. Vorremmo aiutare bambine e ragazze ad acquisire fiducia nelle loro capacità scientifico-tecnologiche, ed è per questo che stiamo studiando qualcosa di specifico per loro, che lanceremo durante l’Open Day del 24 giugno».

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti