Digital Bros e Scuola Zoo in cerca di studenti eccezionali

Digital Bros e ScuolaZoo offriranno uno stage di formazione per lo sviluppo di un progetto di intrattenimento digitale ad uno studente di talento della Digital Bros Game Academy

Il Gruppo Digital Bros, global company italiana e player di riferimento nel game entertainment italiano e mondiale, presenta oggi un’altra delle interessanti opportunità che verranno offerte ad uno studente meritevole della Digital Bros Game Academy, la neonata scuola di formazione professionale post-diploma, in collaborazione con SIAM (Società d’Incoraggiamento d’Arti e Mestieri) e in partenza a gennaio 2015, per gli aspiranti designer, creativi e sviluppatori di videogame e per i professionisti del settore che vogliano rafforzare ed aggiornare le proprie competenze.

digital bros 1


Attraverso il progetto dell’Academy, Digital Bros è impegnato nella formazione di figure “job ready” in grado di contribuire a sviluppare una industry italiana dei videogiochi, proponendosi di offrire concrete opportunità ai giovani talenti. Tra le diverse opportunità in linea con questi obiettivi, il Gruppo ha stretto una partnership con ScuolaZoo, la community di riferimento degli studenti italiani, per offrire ad uno dei diplomati più meritevoli dell’Academy uno stage di formazione di sei mesi nel Team Art&Tech della società.

Lo stage formativo, che prevede un rimborso spese, offre la possibilità di seguire il progetto “ScuolaZoo Story”: lo stagista, sotto la supervisione dell’Art Director e del Chief Technology Officer, seguirà tutte le fasi di sviluppo per la realizzazione di un progetto di intrattenimento digitale o videoludico dedicato alla storia di ScuolaZoo. Le diverse fasi di ideazione, progettazione, documentazione, stesura testi e storyboard (con supporto di un Copy), realizzazione grafica e sviluppo, saranno seguite dai professionisti del Team tecnico e creativo della community, affinché lo stagista conosca le modalità e gli strumenti idonei alla realizzazione del progetto.

L’esperienza di stage e l’evoluzione del progetto saranno condivisi e raccontati sul sito di ScuolaZoo a tutti i membri della community.
“Siamo lieti di presentare questa interessante opportunità per i ragazzi che frequenteranno i corsi della Digital Bros Game Academy. Come gruppo internazionale consolidato, attento alle evoluzioni del mercato dei videogame, desideriamo fornire le competenze necessarie per permettere ai ragazzi di talento di contribuire alla crescita di un’industria dei videogiochi italiana competitiva. Le sinergie fra le realtà digitali italiane che il progetto sta già contribuendo a creare, saranno decisive per lo sviluppo di questo nuovo hub di talenti.” – ha affermato Raffaele Galante, Amministratore Delegato del Gruppo Digital Bros.

“ScuolaZoo non segue gli schemi classici per trovare i suoi talenti; non ci affidiamo ad agenzie di recruitment specializzate o a head hunter ma scoviamo i fenomeni naturali del web vivendo quotidianamente sui principali social network e canali di comunicazione più utilizzati dal nostro target. La nostra forza è quella di trovare ragazzi con capacità uniche. Il settore sul quale l’azienda sta investendo di più in questo periodo è l’area Art & Tech, con particolare attenzione alla grafica; in questo la Digital Bros Game Academy ci è sembrato l’ambiente giusto in cui trovare il prossimo ragazzo con spiccate doti creative e di design.” – ha commentato Alex Ballato, Head of Media Relation di ScuolaZoo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashape, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup