La Buona Scuola, ecco cosa succederà dopo la consultazione

170mila partecipanti e 3mila proposte per la Buona Scuola di Renzi, ma tutti si chiedono cosa accadrà dopo la chiusura della consultazione pubblica

Dopo il 15 novembre sarà congelata la partecipazione al questionario di consultazione sulle linee guida governative sul sistema scolastico italiano, la Buona Scuola: tutte le risposte arrivate fino ad allora saranno acquisite dal sistema e analizzate. Per alcuni giorni sarà possibile restituire i risultati dei dibattiti e inviare i position papers, frutto delle discussioni sul territorio avvenute durante il periodo della consultazione. L’area del dibattito online rimarrà aperta, con degli adeguamenti che presto saranno annunciati.

buona scuola renzi

Da alcuni giorni erano state rese disponibili nuove stanze per partecipare. Si può discutere pubblicamente e fare proposte concrete su temi importanti quali formazione in servizio dei docenti, dispersione scolastica, classi di concorso, abilitazione e concorso, il rapporto tra scuola, inclusione e integrazione. Si trovano alla pagina “Costruiamo insieme la Buona Scuola” disponibile qui.

Le conclusioni dei dibatti diffusi

Dalla settimana scorsa è inoltre possibile leggere e votare le conclusioni restituite da chi ha organizzato un dibattito, proposta per proposta, a questo indirizzo cliccando su “Leggi e vota le conclusioni dei dibattiti”. Cliccando su “Leggi le posizioni delle organizzazioni” è possibile leggere e scaricare i pdf di tutte le organizzazioni che hanno inviato un commento strutturato per La Buona Scuola.

In quanti hanno partecipato finora?

Sono stati superati 1 milione di accessi al sito labuonascuola.gov.it. I partecipanti online sono al momento oltre 170.000, sono stati segnalati oltre 1600 dibattiti organizzati in tutto il Paese, e la piattaforma raccoglie ora circa 3000 proposte, 14.000 commenti e oltre 90.000 voti nelle stanze pubbliche della sezione “Costruiamo insieme la Buona Scuola”.

Come saranno usati i risultati?

Il Piano de La Buona Scuola prenderà una forma diversa attraverso il dibattito, e si trasformerà rispetto al documento iniziale che è stato proposto dal Governo.
I contributi portati attraverso la consultazione saranno analizzati in modo scientifico durante le prossime settimane. Una buona analisi è in grado di ricostruire la complessità e, allo stesso tempo, la granularità di quanto sta emergendo da un grande dibattito nazionale sulla scuola, per cogliere gli spunti utili a integrare e modificare La Buona Scuola in vista dell’inizio del percorso di attuazione.

Road to #SIOS17 | Musement: ecco come quattro italiani hanno ripensato al modo di fare vacanza

Tre amici e un’intuizione geniale: storia della startup italiana che ripensa le esperienze di viaggio. In attesa del nuovo StartupItalia! Open Summit di dicembre 2017 intervista a Claudio Bellinzona di Musement, una delle dieci startup finaliste dell’ultimo SIOS

La nuova sneaker di Vivobarefoot è fatta solo con le alghe

L’azienda britannica è pronta a lanciare sul mercato delle calzature anfibie in collaborazione con Bloom Foam. Sono le prime al mondo prodotte a partire dalla vegetazione delle acque inquinate

NotPetya: quando un solo malware è responsabile di miliardi di perdite. I numeri rivelati dalle aziende

I dati pubblicati delle aziende nei rapporti periodici forniscono informazioni sull’impatto del malware. Il gigante del trasporto e della logistica, AP Moller-Maersk, ha annunciato che l’attacco ha causato perdite per almeno 200 milioni di dollari