H-Farm si compra BigRock (per 2,3 milioni), la scuola degli effetti speciali

L’acceleratore di Riccardo Donadon acquisisce (passa dal 30 al 99%) la scuola di Visual Effects fondata nel 2005 da Marco Savini

Passa dal 30% al 99% la quota di H-Farm nel capitale di Bigrock. L’acceleratore di Riccardo Donadon ha acquisito la scuola di Visual Effects (fondata nel 2005 da Marco Savini) con un’operazione del valore complessivo di 2,3 milioni di euro, di cui 1,9 milioni con corrispettivo in denaro e il restante con l’attribuzione in azioni di H-Farm. Realtà all’avanguardia nello scenario dell’animazione 3D in Europa, Bigrock, attraverso i suoi tre master in computer grafica, virtual reality e concept art, forma ogni anno centinaia di studenti con un tasso di inserimento nel mondo del lavoro che supera l’80% solo nei primi 12 mesi. H-Farm ha anche acquisito la English International School di Rosà, scuola internazionale paritaria e parificata, fondata nel 1992 e membro dell’ECIS (European Council of International Schools) dall’anno scolastico 2000/2001. L’offerta formativa comprende scuola materna, elementare e media e oggi si rivolge a circa 300 studenti: il valore dell’operazione (per l’acquisizione del 100% di EIS) è pari a 2,5 milioni di euro.

Leggi anche: Benvenuti a Bigrock, la scuola degli effetti speciali dove si fabbricano i sogni
hfarm

Marco Savini, founder di BigRock

«Sono entusiasta si siano create le condizioni per portare completamente BigRock nella famiglia di H-Farm e di poter lavorare con Marco Savini, il fondatore di questa magica realtà, una delle persone più innovative nello scenario italiano della formazione – ha dichiarato Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-Farm – l’acquisizione della scuola di Rosà – ha aggiunto – rappresenta per noi non solo un ulteriore sviluppo dell’operazione sul territorio, ma anche un passo importante della strategia che ci consentirà da un lato di testare il nostro modello di formazione innovativo e dall’altro di portare a bordo persone di estremo valore e competenza nell’ambito della formazione».

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Grind2energy: dai diamanti non nasce niente, dalla spazzatura nasce energia

In Winsconsin gli scarti alimentari prodotti dai supermercati e dai ristoranti diventano fonte per la produzione di combustibile. Un sistema per abbattere i rifiuti solidi e produrre energia in modo sostenibile

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti