Alessio Nisi

Alessio Nisi

Ott 10, 2017, 7:30am

Alessio Nisi

Alessio Nisi

Ott 10, 2017, 7:30am

Classup (formazione online e offline) cerca nuovi soci su Tip Ventures

Campagna di equity crowdfunding per la startup che attiva nel mercato del tutoring e della formazione privata

Classup ha aperto una campagna di equity crowdfunding su Tip Ventures. Cerca nuovi soci la startup che ha sviluppato una piattaforma per favorire l’incontro tra domanda e offerta di formazione (online e offline, strategia omnichannel).  La possibilità di investire sarà aperta a tutti a partire da una quota minima di 500 euro. Obiettivo della campagna di equity crowdfunding di Classup è raccogliere capitali per supportare la crescita della società, aprendo la prima sede fisica in Campania e nel frattempo sviluppando l’infrastruttura online per l’erogazione dei corsi.  La società, basata a Napoli, è stata fondata da Marco Cesaro e Vincenzo Braucci (rispettivamente ceo e coo) ed è partecipata da Creact e Jacopo Paoletti, entrambi partner di Comunicatica, società che si occupa di strategie e tecnologie digitali. L’azienda al momento dichiara di aver erogato 27 corsi (10 alunni per corso). QUI i dettagli della campagna di equity crowdfunding.

classup

Costruire un business solido e scalabile

«Crediamo molto in questa campagna di equity crowdfunding con Tip.Ventures – ha dichiarato Marco Cesaro – ci permetterà di dare seguito al nostro piano di sviluppo in chiave multicanale, con l’obiettivo condiviso di costruire un business solido, con ampie marginalità e completamente scalabile». Luigi Marino, founder & ceo di Creact.it e cto di Classup ha aggiunto: «Abbiamo creduto fin da subito nel progetto di Classup.it, sviluppando l’asset tecnologico alla base della piattaforma, e questo dopo aver lavorato duramente e per oltre un anno in ricerca e sviluppo nel settore. Oggi abbiamo tutte le risorse IT per posizionarci fra i primi player dell’educational online». Nel team anche  Jacopo Paoletti (founder e ceo di Comunicatica e cmo di Classup) secondo cui la startup « ha tutti gli ingredienti per posizionarsi fra i lead player dell’edtech in Italia: c’è un team giovane, motivato e preparato, c’è la tecnologia proprietaria sviluppata da un partner esperto e con tanta esperienza come Creact.it, e c’è il supporto costante di un network societario con una riconosciuta leadership nel digitale come Comunicatica».

Perché insistere anche sul mercato offline

«Il team di Classup – ha spiegato poi Matteo Masserdotti, ad di Tip Ventures – è giovane e con tutte le carte in regola per rivoluzionare il mercato del tutoring in Italia. Soprattutto siamo rimasti colpiti dalla concretezza dei founder: quando molti guru gli hanno chiesto perché insistere anche sul mercato offline, Classup ha semplicemente risposto che questo mercato genera fatturato e consente di finanziare lo sviluppo online con meno investimenti esterni».