La moglie di Jobs investe 50 milioni di dollari nel futuro delle scuole Usa

Laurene Powell Jobs, vedova del fondatore di Apple, ha appena investito 50 milioni su XQ: The Super School Project, un progetto per ripensare la sfera educativa statunitense e per costruire 10 “super scuole”

“We need you”. La call dell’XQ: The Super School Project comincia nel più americano dei modi. Educatori, innovatori, ed ogni “business leader, ogni genitore, ogni studente. Tutti insieme cambiamo il futuro della scuola statunitense”. E in quel “tutti insieme” c’è soprattutto Laurene Powell Jobs, vedova del co-fondatore di Apple, Steve Jobs, che ha investito nel progetto 50 milioni di dollari. Il XQ: The Super School Project è un programma che punta a ridefinire  la high school, cioè la scuola superiore, statunitense. Il progetto si basa su una competizione: i team in gara immaginano come dovrebbe essere una scuola funzionale e innovativa, una “Super School” appunto, una super scuola. Chi vince riceverà finanziamenti e la possibilità di lavorare con mentor esperti che trasformeranno i progetti in realtà. Laurene Powell Jobs farà parte del consiglio di direzione.

14jobs-web-master675

10 “Super Scuole” nei prossimi 5 anni

Il XQ: The Super School Project dura qualche mese, e terminerà con un finanziamento sostanzioso ai 10 team con le idee migliori, che potranno così realizzare la scuola che hanno immaginato. “I gruppi di lavoro verranno immersi nella ricerca: dovranno capire come gli studenti apprendono oggi nelle scuole, e trascorrere del tempo per capire i loro bisogni e le richieste che provengono dal mondo del lavoro. Il tutto per realizzare la prossima scuola americana” si legge nel sito del XQ Project. I progetti per l’XQ Project saranno accettati fino al 15 novembre. Le proposte verranno man mano verranno presentate e selezionate: i giudici sceglieranno i finalisti in aprile 2016, e i vincitori saranno annunciati nell’agosto 2016. L’obiettivo è di costruire dalle 5 alle 10 “Super scuole”, e offrire supporto per i prossimi 5 anni. Powell Jobs, per promuovere il progetto ha messo insieme un team guidato da Russlynn H. Ali, che ha lavorato nel dipartimento “Education” dell’amministrazione Obama come segretario ai diritti civili: Ali è il volto pubblico della campagna dell’XQ Project.

Immaginare la scuola del futuro

La competizione punta a raccogliere idee che possano irrompere nell’istruzione americana e cambiarla radicalmente: “La scuola è rimasta immutata col passare del tempo” si legge sempre sul XQ Project. “Non dovremmo ricevere un insegnamento per passare i test, ma dovremmo ricevere un insegnamento per imparare”. Ridefinire la scuola significa trovare altri metodi di studio e di valutazione, con un sistema che premi veramente l’impegno e le conoscenze, invece che il semplice sforzo di memoria. L’impegno della vedova Jobs rispetto alla sfera dell’istruzione è ampio. Il XQ: The Super School Project fa parte delle attività dell’Emerson Collective, il gruppo fondato da Laurene Powell Jobs che, tra le altre attività filantropiche, lavora per riformare l’istruzione. Il gruppo opera per portare trovare nuovi modelli di insegnamento: “Mentre altre nazioni stanno investendo nella futura generazione – trasformando le loro scuole in laboratori di creatività e innovazione – i nostri studenti sono lasciati indietro in scuole che adottano modelli datati, risorse limitate e basse aspettative”. Powell Jobs ha anche co-fondato il College Track, un programma che supporta gli studenti a basso reddito o che si trovano in contesti disagiati a portare a termine con successo gli studi superiori.

Un Commento a “La moglie di Jobs investe 50 milioni di dollari nel futuro delle scuole Usa”

  1. Professor Morris

    Ottima iniziativa. La scuola HA BISOGNO di CAMBIAMENTO. Si insegna in una modalità MONODIDATTICA ad una audience di giovani multidimensionali, multisensori, e sempre più fluenti nelle avanzate tecnologie. Schhols need to change, the didactic approach needs to change, the recruiting, development and reward ystems for Teachers needs to change. the concept of a “School Building” needs to change. CHANGE or else! Thanks! mm

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un metodo per stampare in 3D con la polvere di Marte

L’idea quasi fantascientifica della colonizzazione dello spazio ha ispirato i ricercatori della Northwestern University che hanno pensato a un modo per realizzare strumenti necessari alla vita umana con la fabbricazione digitale sfruttando le risorse del suolo extraterrestre

La Nato aprirà un centro di Info warfare, a Helsinki

“Il centro – ha detto il ministro degli Esteri finlandese Timo Soini in conferenza stampa – è stato realizzato per sensibilizzare alle minacce ibride e a come queste possano sfruttare le vulnerabilità delle moderne società occidentali.