Dalla matematica alla cucina: ecco 7 siti dove apprendere nuove competenze

Questi siti offrono corsi per imparare praticamente qualsiasi cosa, e permettono di apprendere nuove competenze online e senza spese

«Sono cose che a scuola o all’università non si imparano». Spesso chi fiinisce gli studi universitari si trova a rispondere così a chi gli chiede di dimostrare alcune competenze. Non sempre però le nozioni teoriche apprese sui libri servono ad assecondare le necessità aziendali. Per chi è determinato a fare tutto, ma davvero tutto quello che gli viene chiesto a lavoro esistono delle soluzioni. Non servono soldi, ma solo tempo e impegno nel consultare alcuni siti che offrono corsi online. Qui di seguito 7 piattaforme su cui è possibile studiare per tenere in allenamento il cervello e fare un salto di qualità a lavoro.

Leggi anche: Nasce EduOpen: 14 università pubbliche mettono online i loro corsi. Gratuiti e senza copyright

competenze

1. Alison

Alison è la piattaforma più adatta per chi vuole ricevere un certificato o un diploma online. Gli argomenti che è possibile approfondire vanno dalla sociologia allo sviluppo web, passando per la fotogafia digitale. Gli iscritti al corso possono ricevere il diploma solo dopo aver completato tutti i moduli e aver superato almeno l’80% delle prove intermedie.

Schermata 2016-04-20 alle 14.20.50

2. Coursera

Linguaggi di programmazione, big data, strategie di business, design interattivo. Tutto questo può essere imparato su Coursera, la piattaforma dove le grandi università offrono dei corsi a chi da casa vuole affinare le sue competenze. Coursera permette a chiunque di studiare come se si stesse frequentando la Stanford University, la John Hopkins o Princeton senza pagare rette di migliaia di dollari. L’unica necessità di pagamento si presenta quando serve una certificazione ufficiale del risultato raggiunto.

coursera

3. Open Education Database

Per chi è alla ricerca di un catalogo sempre aggiornato di possibilità di apprendimento free, basta rivolgersi a Open Education Database. Sono più di 10mila i corsi elencati sul sito e spaziano tra diversi argomenti. E la formazione è di alto livello: i corsi di matematica e ingegneria vengono dal MIT di Boston mentre quelli di medicina arrivano dall’Università del Michigan.

open education

4. Udemy

Non si tratta di una piattaforma completamente gratuita, ma Udemy ha fatto lo sforzo di rendere tutti i corsi accessibili dal punto di vista economico. Si va dai 20 ai 50 dollari e si può scegliere tra varie specializzazioni: fotografia, programmazione, uso di software sono solo alcune di queste. Il materiale caricato sul sito può essere scritto o multimediale e c’è anche la possibilità di parlare con l’insegnante per chiarimenti o approfondimenti.

udemy

5. Skillshare

In rete ormai è disponibile un tutorial per fare praticamente tutto. Skillshare raccoglie molti video che portano l’utente passo passo in qualsiasi attività abbia bisogno di svolgere. Il denominatore comune è la creatività. E così con Skillshare è possibile imparare a migliorare la propria scrittura, fare illustrazioni, prendersi cura delle piante di casa. La piattaforma permette anche la comunicazione tra gli utenti che possono confrontarsi su tecniche e capacità apprese. Sono 353 i corsi gratuiti che danno accesso anche alla community e alla app per il mobile. Con un abbonamento di otto dollari al mese sono consultabili altri 2.890 corsi che è possibile seguire anche offline.

Skillshare Giveaway Cornflake Dreams

6. Duolinguo

Per gli amanti degli studi linguistici la piattaforma che dà più soddisfazioni è Duolinguo. Si tratta di un’applicazione gratuita che permette agli utenti di rispondere a domande e fare progressi attraverso dei livelli, come in un videogioco. Nessun aspetto della lingua viene tralasciato: mano a mano che si svolgono gli esercizi di ascolto, traduzione o di grammatica lo studente riceve un voto e si rende subito conto degli errori fatti. Non è certo un modo tradizionale di imparare una lingua, ma è efficace.

duolinguo

7. The Culinary Cook

Ultimo, ma non per importanza, il manuale che suggerisce scorciatoie e tecniche del lavoro in cucina. Si chiama The Culinary Cook ed è pensato sia per chi è alle prime armi davanti ai fornelli che per chi vuole diventare un vero cuoco professionista. Sulla piattaforma sono disponibili anche degli articoli che aiutano a scegliere gli strumenti più adatti per ogni tipo di preparazione, dai coltelli alle padelle.

custards2-679x453

6 Commenti a “Dalla matematica alla cucina: ecco 7 siti dove apprendere nuove competenze”

  1. Angela

    Ottimi siti per fare dei corsi on-line! Per chi invece volesse partecipare a lezioni di persona vi consiglio http://www.wanderintown.com, è possibile prenotare lezioni private o di gruppo proposte direttamente dagli insegnanti. Buona giornata!

    Rispondi
  2. Michele Di Blasio

    Per chi fosse interessato a video corsi online, in italiano, pratici e incentrati su programmazione, design, imprenditorialità e marketing segnalo anche http://www.lacerba.io. Tra i contenuti anche tantissime interviste gratuite a startupper e finanziatori italiani!

    Rispondi
    • Lavale

      Oh, bene! Stavo appunto per commentare che tutte queste possibilità sono fantastiche, ma solo in inglese. .. :/

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Ecco le 8 migliori piattaforme di e-learning open source

Una selezione dei sistemi di gestione dell’apprendimento online più efficaci: accessibili e senza costi per gli utenti

Cos’è Duolingo, l’app che ti insegna 20 lingue (e ha preso 45 milioni da Google)

La startup per imparare le lingue è arrivata a 100 milioni di utenti in tutto il mondo, ed ha ricevuto un finanziamento dal fondo Google Capital di 45 milioni di dollari

15 siti per insegnare l’inglese a bambini, ragazzi e insegnanti

Elisabetta Cassese ha raccolto i migliori siti da proporre a bambini e ragazzi per facilitare l’apprendimento della lingua inglese

Banca etica stanzia 90K per progetti di promozione culturale (per il crowdfunding)

Fino al 26 maggio è possibile partecipare alla selezione di 15 progetti da inserire sulla piattaforma di Produzioni dal Basso. Il bando è aperto a proposte di produzioni culturali che promuovono la sostenibilità sociale, ambientale o nuove forme di cittadinanza attiva

Ocean Cleanup ripulirà il Pacifico dalla plastica a partire dal 2018

La startup di Boyan Slat ha implementato una barriera galleggiane in grado di concentrare tutto l’inquinamento plastico e permetterne il recupero. Il sistema sarà impiegato nel Great Pacific Garbage Patch, uno dei più consistenti accumuli di immondizia marina al mondo

Impact Hub Milano cerca 5 startup a impatto sociale. IHM Acceleration

Fino al 25 giugno l’incubatore milanese concentrato sull’impact investing seleziona i cinque migliori progetti d’impresa nel campo dell’impatto sociale e ambientale e beneficiare di risorse in denaro e servizi in cambio di equity