L’8 marzo le donne entrano gratis in tutti i musei

Porte aperte ai musei italiani in occasione della Festa Internazionale della donna. Il Mibact ha lanciato la campagna su Instagram #8marzoalmuseo per condividere le opere con soggetti femminili

Si rinnova l’iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività e del Turismo per consentire l’ingresso gratuito a tutte le donne l’8 marzo, in occasione della Festa Internazionale della donna. Tutti i musei e luoghi della cultura statali apriranno le loro porte gratuitamente, e i visitatori potranno partecipare alla campagna #8marzoalmuseo lanciata dal Mibact: il profilo Instagram del ministero, @Museitaliani,  infatti, in questi giorni sta rilancianto ritratti di donne e i visitatori potranno fare lo stesso con le opere che andranno a visitare.

1488382658486_banner_8marzo

Dipinti, sculture, stampe, busti, reperti archeologici e ritratti che celebrano il “femminile” saranno dunque i protagonisti della campagna social: da Ofelia, il personaggio shakespeariano e tragica eroina, a Madame de Stael, l’intellettuale liberale francese che ha animato i salotti letterari e fautrice del romanticismo europeo, da Saffo, poetessa greca che ha tradotto in versi l’erotismo femminile, a Cleopatra ritratta da Giovan Francesco Guerrieri.

Tutti i visitatori potranno condividere le proprie foto con l’hashtag #8marzoalmuseo e invadere i social con opere da tutta Italia, seguendo un filo rosso che unisce, nella bellezza, le straordinarie collezioni statali. Il profilo instagram @museitaliani è nato lo scorso agosto, in occasione delle Olimpiadi di Rio, per rilanciare le opere del patrimonio culturale italiano dedicate allo sport ed ha circa 22 mila follower.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup