L’Italia è seconda per numero di insegnanti iscritti a eTwinning

Hanno partecipato ai gemellaggi elettronici promossi dalla piattaforma europea circa 47.800 insegnanti, raddoppiati in due anni

ETwinning è la piattaforma europea che dal 2005 mette in contatto insegnanti e classi per fare didattica in modi innovativi, sfruttando le nuove tecnologie. Nei numeri diffusi dall’Unità nazionale eTwinning INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), il nostro Paese registra ritmi di crescita tra i più elevati d’Europa: sono stati circa 15.600 mila gli insegnanti italiani iscritti nel 2016 ai gemellaggi elettronici. Le scuole italiane sono fra le più attive e numerose in termini di partecipazione, risultati e riconoscimenti e l’Italia è il secondo Paese, tra i 36 partecipanti, per insegnanti iscritti, dopo la Turchia. Solo nell’ultimo anno i docenti iscritti sono cresciuti del 90% rispetto al 2015 e di circa il 100% rispetto al 2014.

Il numero più alto di iscritti proviene dalla Sicilia

Nel 2016 si registra un incremento costante dei docenti italiani iscritti alla piattaforma, 47.800 (circa il 10% degli oltre 447.000 iscritti in tutta Europa) e un aumento dei nuovi progetti attivati: nel 2016 sono stati 3.248 (+51% rispetto al 2015). Le scuole registrate sono 12.900 e in media sono 3 gli insegnanti iscritti alla piattaforma in ciascun istituto. Quanto agli insegnanti registrati a livello regionale, eTwinning raggiunge picchi di attività proporzionali nelle regioni più popolose: Sicilia, in primis seguita da Campania, Lombardia e Puglia. Il Sud è la zona più attiva (9.360 progetti avviati), quindi il Nord (7.435) e il Centro (4.038). La maggior parte dei gemellaggi coinvolgono scuole partner in Francia (1.647 progetti), Polonia (1.289 progetti), Spagna (1.080) e Grecia (857). Da due anni è possibile anche attivare gemellaggi tra scuole dello stesso Paese, così come è possibile coinvolgere partner dei Paesi eTwinning Plus: Armenia, Azerbaijan, Georgia, Moldavia, Tunisia, Ucraina.

L’Italia si distingue non solo a livello partecipazione ma anche sul piano della qualità. Dal 2005 sono stati assegnati 2.296 certificati di qualità nazionali eTwinning a docenti italiani, mentre sul fronte europeo sono stati 1.422 gli insegnanti premiati per la qualità dei gemellaggi realizzati.

“Partecipare a eTwinning apre agli insegnanti infiniti modi di innovare a scuola. – ha detto il direttore di INDIRE, a cui fa capo l’Unità eTwinning Italia, Flaminio Galli – Nella facilità e nell’immediatezza di questa azione sta il successo in Italia della piattaforma, che si dimostra, anno dopo anno, come una palestra per sperimentare nuovi modi di insegnare e apprendere in Europa”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aumento di capitale per Satispay, già raccolti 14 milioni. Obiettivo: mercato estero

Risorse da record per la startup italiana dei pagamenti digitali fondata da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. I fondi raccolti saranno destinati all’internazionalizzazione del prodotto. A partire dalla Germania

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

La centrifuga di Iscleanair ripulisce l’aria dagli inquinanti senza usare filtri

La scaleup, che è inserita nel programma di accelerazione Eit Digital, propone un dispositivo in grado di migliorare la qualità degli ambienti interni ed esterni, sfruttando l’abbattimento in acqua. La sua soluzione può aiutare anche la rigenerazione urbana

Quanto sono sicuri i tuoi sistemi? Ecco cosa ci dice il rapporto Verizon sulle violazioni informatiche

Ransomware e phishing sono in aumento, i settori finanziario e sanitario tra i più colpiti, ma anche le piccole imprese non stanno tranquille. Entusiasmo, distrazione, curiosità e incertezza sono i cavalli di Troia