I segreti della macchina più usata dai Millennials: il computer, dai greci a Enigma. Il libro

La nascita del computer di Andrea Tullio Canobbio è un viaggio che parte da lontano, dalla macchina usata dagli astronomi per individuare le costellazioni dello zodiaco e le fasi lunari

Quando pigiamo sulla tastiera neanche ci pensiamo, ma dietro quel personal computer c’è una storia di migliaia di anni che possiamo far risalire persino ai “calcolatori” degli antichi greci. A svelare i segreti delle macchine più usate dai Millennials è un libro di Andrea Tullio Canobbio (Edizioni El) intitolato La nascita del computer.  Un viaggio che parte da lontano, dalla macchina usata dagli astronomi per individuare le costellazioni dello zodiaco e le fasi lunari alla macchina ideata da Etienne Pascal a Enigma un dispositivo inventato dagli scienziati nazisti per cifrare, cioè rendere segrete, le comunicazioni.

computer

In America nel 1947…

Ma il primo vero e proprio computer forse possiamo trovarlo in America nel 1947 quando un fisico chiamato John William Mauchly e un ingegnere elettrico di nome John Presper Eckert costruirono una macchina per calcolare le traiettorie dei missili: un gigantesco aggeggio che pesava quanto un elefante africano. Nel libro naturalmente si racconta anche la storia di Bill Gates e Paul Allen che non ancora ventenni sognavano di aprire una società di informatica. Tra i protagonisti c’è anche Steve Jobs, raccontando di lui che aveva lasciato l’università dopo sei mesi perché si era reso conto che non faceva per lui.

Ma anche la macchina di Anticitera

Un romanzo reale che si legge non come un libro di storia ma di storie che appassionano, incuriosiscono, fanno venire voglia di arrivare subito al capitolo successivo per sapere come andrà a finire. Tra le curiosità maggiori c’è proprio la macchina di Anticitera che è stata ripescata nel 1900 da alcuni pescatori di spugne e oggi si trova al museo nazionale di Atene ma per molto tempo è stata contesa tra due parti. In molti, infatti, hanno ritenuto che tale reperto fosse opera di un astronomo di Rodi ma altri hanno detto che il manufatto proveniva dalla Sicilia e più precisamente da Siracusa dove lavoravano gli scienziati della scuola di Archimede. I computer intanto di strada ne hanno fatta e ancora ne faranno: una storia che è ancora tutta da raccontare.

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

Petit Pli, gli abiti progettati per crescere insieme ai bambini

Petit Pli è una tuta sportiva neutra e impermeabile il cui tessuto si allunga e si adatta perfettamente a bambini dai 6 mesi ai 3 anni. In questo modo i genitori non saranno costretti a comprare di continuo vestiti per i loro figli in crescita

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti