Rette altissime e allievi facoltosi. Cinque scuole di élite nel mondo

Dall’istituto che ha accolto il principino George, alla scuola che ha formato la classe dirigente del Regno Unito: la fama delle scuole dipende dalla formazione che offre, ma anche dai nomi illustri che le scelgono

L’istruzione dovrebbe essere uguale per tutti. Almeno questa è la teoria. La pratica vede, però, una serie di istituti di lusso frequentati da nobili e reali che non sono proprio accessibili alle masse. Quando abbiamo visto il principe William di Inghilterra accompagnare suo figlio George per il suo primo giorno di scuola non abbiamo potuto far altro che pensare a quali sarebbero stati i suoi compagni, che tipo di insegnanti avrebbe avuto e che retta i suoi genitori avrebbero dovuto pagare. Per soddisfare questa ed altre curiosità, abbiamo pensato di fare un elenco delle scuole più esclusive, quelle frequentate da nomi molto noti e che grazie a quei personaggi hanno ottenuto fama e prestigio.

La scuola del principe George

Partiamo proprio dalla scuola che il 7 settembre 2017 ha accolto per la prima volta il principino George. Il duca e la duchessa di Cambridge hanno iscritto il loro primogenito alla Thomas’s Battersea, istituto nel quale imparerà ad essere gentile e dove acquisirà fiducia in se stesso, leadership e umiltà, come riporta il sito britannico The Guardian. George dovrà stare attento anche a non avere un migliore amico per non rischiare di ferire gli altri bambini. Frequentare quella scuola costerà alla casa reale britannica 18mila sterline all’anno. Il principe William e suo fratello Harry avevano invece frequentato la Wetherby school a Notting Hill. In tutto la Thomas’s Battersea ospita 560 bambini di un’età compresa tra i quattro e i 13 anni. Si tratta di appartenenti a famiglie di diversa provenienza geografica per un totale di 19 lingue straniere parlate in tutto dagli iscritti.

Il liceo più costoso del mondo

È stato definito il liceo più costoso del pianeta. È l’Istituto Le Rosey e si trova in Svizzera. È stato frequentato dal re del Belgio e dal principe Ranieri di Monaco. Una volta iscritti a questa scuola è necessario pagare una retta di 100mila euro all’anno per rimanerci. È stato fondato nel 1880 e si trova sulle sponde del Lago di Ginevra. Oltre a un curriculum di studi in due lingue, francese o inglese, il prestigioso liceo punta molto sulle discipline sportive tra le quali vela, sci e arrampicate. L’hanno frequentato anche Juan Carlos I di Spagna, Vittorio Emauele di Savoia, suo figlio Emanuele Filiberto e Dodi al-Fayed.

Il prestigio di Eton

La scuola superiore privata più famosa del Regno Unito è Eton. Ha 570 anni di vita durante i quali è stata frequentata da numerosi personaggi dello spettacolo e della politica, oltre che da alcuni componenti della famiglia reale britannica come il principe William e il principe Harry. È una scuola esclusivamente maschile fondata da Enrico VI per formare i futuri allievi delle università di Oxford e Cambridge. Vengono insegnate le discipline dell’ambito scientifico e di quello classico e si ha l’opportunità di partecipare a molte attività extra-curriculari come la recitazione e la musica.

La formazione dell’elite americana

Per gli studenti statunitensi che vogliano accedere alla Ivy League c’è il Choate Rosemary Hall. La scuola privata si trova nel Connecticut ed è stata responsabile della formazione di gran parte dell’elite americana. Tra i suoi studenti anche il presidente degli Stati Uniti John F.Kennedy e la figlia dell’attuale inquilino della Casa Bianca, Ivanka Trump. Il campus comprende 121 edifici che si trovano su una superficie di 1,85 chilometri quadrati. La scuola è finita nell’aprile 2017 al centro di uno scandalo a causa di molestie sessuali compiute da alcuni suoi insegnanti sulle alunne negli anni Sessanta.

L’esclusivo college sulle Alpi svizzere

Secondo alcune indiscrezioni la Leysin American School è stata frequentata da alcuni membri della famiglia reale saudita. Bloomberg ha annoverato tra i suoi allievi anche alcuni componenti delle famiglie Rockfeller e Vanderbilt. Stiamo parlando di una scuola esclusiva fondata nel 1960 in una località dove oltre alla formazione di alto livello, si può usufruire degli impianti sciistici della zona per fare sport. In tutto gli studenti sono 340 provenienti da 60 paesi diversi. I risultati scolastici ottenuti dai suoi iscritti sono ottimi: il 99 per cento degli allievi continua il suo percorso di formazione al termine del ciclo di studi.

 

 

 

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia