Lara Martino

Lara Martino

Ott 3, 2017, 7:30am

Lara Martino

Lara Martino

Ott 3, 2017, 7:30am

Tre app che aiutano gli studenti con i compiti a casa

Dalle equazioni di matematica da risolvere con lo smartphone, alle card virtuali che aiutano a verificare le conoscenze acquisite. Gli store Apple e Android sono pieni di strumenti che aiutano chi va a rispettare gli impegni pomeridiani. Qui qualche esempio

Si discute molto sull’ipotesi di limitare o addirittura eliminare i compiti a casa per gli studenti. Mentre, però, si continua a riflettere dell’opportunità di una scelta del genere, la scuola è iniziata di nuovo e con essa l’impegno pomeridiano tra esercizi e libri di migliaia di scolari. Esistono delle applicazioni che potrebbero facilitare la vita non solo di chi siede ancora tra i banchi, ma anche di chi deve seguire i ragazzi nello svolgimento dei compiti. Ecco qui qualche esempio selezionato da TechCrunch:

1. Photomath

L’applicazione consente di inquadrare un’equazione da risolvere con lo smartphone e di ottenere la soluzione in tempo reale. Inoltre, dà la possibilità di vedere tutto il procedimento svolto in modo da poter imparare le varie fasi del problema matematico. Anche se lo scopo principale dei creatori dell’applicazione non è quello educativo, ma piuttosto lo sviluppo dell’intelligenza artificiale, Photomath torna utile a quegli studenti che con la matematica non hanno mai avuto un buon rapporto. Disponibile sia per iPhone che per Android, l’app è gratuita.

2. Socratic

Più ampio l’ambito di azione di Socratic, l’applicazione che consente di fotografare i compiti e di ottenere un supporto nello studio delle scienze, dell’inglese e delle discipline economiche, oltre che della matematica. L’applicazione si basa sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale per trovare risposte e spiegazioni ad argomenti complessi. Contiene grafici e schemi che fanno orientare lo studente nella comprensione di alcuni temi ed è gratuita.

3. Quizlet

C’era un tempo in cui appunti e schemi potevano essere scritti solo con carta e penna. Lo stesso valeva se si voleva trasformare il processo di apprendimento in un quiz, realizzando delle schede con delle domande a cui rispondere per verificare le conoscenze acquisite. Questo tempo, però, sembra essere passato grazie all’applicazione Quizlet che offre agli oltre 20 milioni di studenti che hanno scaricato l’applicazione la possibilità di realizzare delle card virtuali con le quali interrogarsi da soli, come in un gioco. A disposizione anche timer e statistiche per tenere sotto controllo i progressi fatti.