Lucia Lorenzini

Lucia Lorenzini

Ott 13, 2017, 9:30am

Lucia Lorenzini

Lucia Lorenzini

Ott 13, 2017, 9:30am

Dislessia 2.0, una piattaforma online di supporto alle famiglie e alla scuola

Nata da un’idea della Fondazione TIM, Dislessia 2.0, è realizzato con l’appoggio del MIUR e del Ministero della Salute

Un approccio digitale e integrato alla dislessia. Con questa idea nasce la piattaforma Dislessia 2.0 Soluzione Digitale, un’idea della Fondazione TIM che ha avviato il suo primo progetto sul tema nel 2009. Dislessia 2.0 è realizzato con l’appoggio del MIUR e del Ministero della Salute, e propone una piattaforma online che mette in relazione scuola, aziende sanitarie, famiglie, enti come la Fondazione TIM, e ovviamente, lo Stato.

Il progetto è realizzato in partnership con l’Istituto di Scienze Applicate e Sistemi Intelligenti “Eduardo Caianiello” (ISASI) e con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) in collaborazione con l’Associazione Italiana Dislessia, l’Istituto Superiore di Sanità, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Sono tre le applicazioni pratiche di questo progetto

[email protected]:

Piattaforma di Screening per l’Analisi del Rischio di disagi della comunicazione tramite nuove Tecnologie. Ha l’obiettivo di implementare e promuovere un protocollo di individuazione precoce dei disturbi della comunicazione. Il progetto sfrutta il network naturale di smartphone e tablet, implementando una piattaforma web per iOS e Android e comuni browser, dando la possibilità ai genitori di compilare un questionario la cui validità è riconosciuta sulla base dei principi dell’Evidence Based Medicine. L’identificazione precoce e attendibile dei bambini con ritardo di linguaggio consentirà l’attivazione di interventi riabilitativi tempestivi, prevenendo così la comparsa di effetti negativi sulle abilità relazionali e scolastiche e promuovendo l’integrazione del bambino e della sua famiglia.

Dislessia on line:

sviluppata dall’Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, grazie a questa applicazione i bambini e i ragazzi potranno effettuare un primo screening on line e eventualmente una terapia di recupero mirata a risolvere il disturbo di lettura, con esame finale per verificare l’apprendimento.

Dislessia amica:

Si tratta di un percorso formativo e-learning rivolto al personale docente, la cui finalità è di ampliare le conoscenze metodologiche, didattiche, operative e organizzative necessarie a rendere la Scuola realmente inclusiva per gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento. E’ una piattaforma gratuita per tutti gli Istituti Scolastici che ne fanno richiesta.