immagine-preview

Mar 4, 2018

Mediterraneo Migrante, il portale che aiuta i prof a raccontare l’accoglienza

Un sito per cercare di dare un aiuto concreto a chi si trova ogni giorno in classe e vuole affrontare l'argomento migrazione aprendo un quotidiano o semplicemente agganciandosi a geografia quando si parla dei mari della nostra Penisola.

Si parla spesso di migrazioni, di uomini e donne che attraversano il nostro mare ma non sempre tutti sanno come affrontare questo tema con i bambini. A venire in soccorso degli insegnanti e dei genitori che vogliono affrontare  questo argomento ora c’è “Mediterraneo migrante”, una piattaforma virtuale che raccoglie materiali video, articoli, progetti, libri, esperienze vissute dalle scuole che parlano di accoglienza e della situazione dei migranti.

“Segnalateci contenuti che possano ben trovare eco sul portale”

Un “libro aperto” nato da un’idea dell’associazione culturale “Teste fiorite” in collaborazione con “Orecchio acerbo” e “Il Villaggio Globale”. I promotori la definiscono “una semplice idea” e lanciano un appello: “Segnalateci contenuti che possano ben trovare eco sul portale”. Intanto sulla piattaforma esistono già dei preziosi consigli per quanto riguarda i libri: dal “Sogno di Yuossef” a “Di qua e di là dal mare” per la scuola primaria.

Non mancano nella categoria “esperienze” delle toccanti testimonianze come la lettera di una professoressa di Macerata ai suoi studenti stranieri che non vanno più a scuola per paura dopo i fatti avvenuti lo scorso 3 febbraio. Anche nella categoria “video” vengono proposti degli speciali di Radio 3 ma anche le parole di Moni Ovadia.

Uno strumento didattico utile

Un sito per cercare di dare un aiuto concreto a chi si trova ogni giorno in classe e vuole affrontare questo argomento aprendo il quotidiano o semplicemente agganciandosi a geografia quando si parla dei mari della nostra Penisola. Dall’altro canto il fine del portale è quello di fornire uno strumento didattico, un collettore di informazioni, che aiuti il costituirsi di reti di lavoro e soprattutto fornire uno strumento di qualità, agevole ed aggiornato, per lavorare in classe su un argomento essenziale come quello delle migrazioni e dell’accoglienza degli stranieri. Un punto di riferimento anche per i ragazzi e per i bambini della scuola elementare che desiderano documentarsi e conoscere sempre più la complessa vicenda delle migrazioni senza pregiudizi.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter