Simone Cosimi

Apr 25, 2018

Amazon dona una biblioteca ibrida ad Amatrice

Inaugurata in sei moduli container nel cuore della città rasa al suolo dal terremoto una sala per la lettura di ebook sui Kindle e per l'ascolto di audiolibri sui tablet Audible, senza dimenticare i volumi cartacei

Una nuova biblioteca ad Amatrice, devastata dal terremoto del 2016, grazie a un’iniziativa benefica targata Amazon insieme all’università di Udine. È stata inaugurata pochi giorni fa, in occasione del World Book Day, la giornata dell’Unesco che punta a celebrare i libri e la lettura per tutti, con un evento che ha coinvolto gli studenti della cittadina laziale e tutti i principali partner, prendendo parte al progetto Un e-book per Amatrice.

La biblioteca ibrida

La donazione della biblioteca ibrida, digitale e cartacea, è infatti l’ultimo passo di un progetto promosso dal colosso dell’e-commerce insieme agli studenti e ai professori dell’ateneo di Udine, che ha previsto anche il lancio di una piattaforma online attraverso la quale chiunque ha potuto donare un ebook a propria scelta. Ospite d’eccezione all’inaugurazione lo scrittore Giuseppe Catozzella, vincitore Premio Strega Giovani 2014 con Non dirmi che hai paura, che ha coinvolto gli studenti di Amatrice in una sessione di lettura dedicata al suo ultimo romanzo.

22 tablet a disposizione

Collocata nel cuore della città ferita, di fronte al Comune, è costituita da sei moduli di container donati da Vailog ed Engineering 2K. Dentro 20 lettori di ebook Kindle, mobili e taboli da lettura, oltre ovviamente ai libri cartacei. Audible, invece, società controllata da Amazon che distribuisce audiolibri e altri contenuti da ascolto, ha partecipato al progetto con la donazione di due tablet da cui poter utilizzare l’app e ascoltare l’intero catalogo di audiolibri digitali, podcast e serie audio.

I commenti

“Credo che il luogo culturale e di socializzazione per eccellenza sia la biblioteca comunale – ha spiegato il sindaco Sergio Pirozzi, sopra nella foto con Veronica Pirola, Kindle Content Manager per Amazon Italia– ad Amatrice ne avevamo una bellissima, avevamo scelto di collocarla dentro una antica e meravigliosa chiesa, quella di San Giuseppe. Oggi la chiesa di San Giuseppe non esiste più, ma è rimasta la voglia di avere un luogo in cui i cittadini possano trascorrere il loro tempo in compagnia di un buon libro. Un bisogno della popolazione che oggi può diventare realtà grazie a Amazon. Credo che tutta la comunità amatriciana sia orgogliosa di questo dono che significa per tutti noi cultura, aggregazione, punto di riferimento”. 

Tutti sono i benvenuti nella nuova biblioteca e incoraggerò il maggior numero di persone possibile a visitarla, sia che si tratti di leggere libri e giornali, sia di sfruttare l’utilizzo dei dispositivi Kindle. Spero che questa biblioteca diventi un luogo in cui le persone possano incontrarsi, condividere idee e far nascere nuovi progetti” ha invece spiegato il bibliotecario di Amatrice, Sergio Serafini. Nella biblioteca si trovano sia volumi che, come spiegato, 22 tablet del gruppo da utilizzare all’interno della sede. Sono oltre 600 gli e-book disponibili in aggiunta a centinaia di libri cartacei.

“I libri sono fondamentali in Amazon, abbiamo iniziato con i libri e sono il fulcro delle nostre attività e sappiamo quanto il potere della lettura e dei libri possa trasformare le vite di ognuno e ispirare le comunità – ha spiegato Alessio Santarelli, EU Kindle Director – grazie alla collaborazione con i nostri partner e con l’università di Udine abbiamo potuto donare un nuovo spazio dedicato alla costruzione della comunità partendo dai rapporti interpersonali, sostenendo la cultura locale, ispirando ed educando le persone all’arte, alla letteratura, e anche alle tecnologie digitali grazie ai nostri dispositivi Kindle. Crediamo che la nuova biblioteca rappresenterà anche una grande opportunità per le persone anziane di Amatrice, che avranno, così, la possibilità di leggere i loro libri preferiti e conoscere e utilizzare la tecnologia del Kindle”.

“In Audible, crediamo che la voce sia un mezzo eccezionale per portare in vita racconti ed emozioni” ha concluso Marco Azzani, country manager Audible Italia. “Passare del tempo libero di qualità facendosi raccontare un audio libro o un podcast è un’ulteriore bellissima possibilità che speriamo possa aiutare i giovani di Amatrice a trascorrere dei piacevoli momenti di svago e divertimento”. 

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter