Alex Corlazzoli

Alex Corlazzoli

Apr 28, 2018

Otto borse di studio per due seminari estivi in Bulgaria

I candidati dovranno inviare all’Ambasciata di Bulgaria a Roma entro il 1 maggio il modulo online, compilato, stampato, datato e firmato in originale

Volete conoscere l’antica Tracia? Entrare nell’atmosfera da crocevia tra Oriente e Occidente che si respira a Sofia, la capitale della Bulgaria? Oppure vivere qualche settimana nella capitale medioevale degli zar bulgari, Veliko Tarnovo, entrando in contatto con gli studenti della più prestigiosa università della Bulgaria?

Due seminari estivi in Bulgaria

Il ministero degli Affari esteri ha pubblicato un bando di otto borse di studio per due seminari estivi. La prima possibilità prevede dal 15 luglio al 4 agosto un corso di lingua e cultura bulgara all’Università “San Clemente di Ocrida” di Sofia, mentre nel secondo caso si tratta di un seminario all’Università di Veliko Tarnovo dal 16 luglio al 5 agosto. I destinatari di questi due progetti sono studenti e studiosi italiani di lingua e letteratura bulgara o filologia slava. La borsa di studio comprende vitto e alloggio, il programma didattico e culturale mentre le spese di trasporto e l’assicurazione sanitaria sono a carico dello studente.

Come candidarsi

I candidati dovranno inviare all’Ambasciata di Bulgaria a Roma entro il 1 maggio il modulo online, compilato, stampato, datato e firmato in originale. Per entrambi gli atenei i moduli che vanno inviati anche in forma cartacea sono reperibili sui siti delle rispettive università. Per garantire una migliore selezione dei candidati, si raccomanda agli stessi di motivare il loro interesse a imparare la lingua bulgara, nonché di presentare un curriculum vitae e almeno una lettera di presentazione. Si tratta di un’occasione preziosa per il periodo estivo e per conoscere un Paese che è molto cambiato negli ultimi anni ma che continua ad essere poco conosciuto e frequentato anche dai ragazzi italiani. Un tuffo in un luogo lontano dalle nostre tradizioni ma ormai entrato a far parte dell’Unione Europea nonostante i cartelli stradali e non solo mantengano l’alfabeto cirillico, con il quale bisogna fare un po’ di pratica prima di riuscire a leggerlo al volo. Una curiosità: la Bulgaria è la patria natia del famoso attore Moni Ovadia.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter