immagine-preview

Giu 1, 2018

Come sarà la città del futuro?

Siamo andati a trovare gli alunni dell'Ist. Comprensivo Monte Grappa Bussero. Ecco cosa ci hanno raccontato le classi 5a C e 5a D, immaginando come cambierà il mondo in cui viviamo

Stamattina ho trovato un diario, scritto in italiano: una lingua che si parlava più di trecento anni fa. All’inizio non capivo cosa ci fosse scritto, ma traducendo il testo con un’app, ho potuto leggere e capire immediatamente quanto scritto nel diario.

 

 

Ho scoperto che le città di una volta erano veramente strane: piene di automobili che rendevano le strade trafficate e l’aria irrespirabile. Come potevano gli uomini vivere in quella situazione? Ora le auto non esistono più, ci si sposta col teletrasporto, molto più comodo!

 

Le città sono piene di verde, perché i palazzi si sollevano da terra, per lasciare spazio a parchi e giardini dove noi bambini possiamo giocare tranquillamente. Inoltre le nostre attuali città sono molto pulite, perché ricoperte da un asfalto speciale che assorbe sostanze tossiche e materiali inquinanti (anche la cacca dei cani!).

 

Non ci sono più animali abbandonati, perché ogni famiglia ha un cucciolo in adozione ed è facile comprendere la lingua “animalesca” perché ogni “bau bau” viene tradotto immediatamente da un dispositivo vocale, posto sul collare.

Da quanto ho letto sul diario, ho capito che la robotizzazione era appena all’inizio, adesso invece tutta la nostra vita è affidata ai robot: ci sono addirittura robot che scelgono i nostri vestiti, li abbinano elegantemente e ce li fanno indossare. I nostri abiti ci mantengono a temperatura costante in qualunque stagione e con ogni condizione atmosferica: noi non soffriamo mai il caldo o il freddo. Anche le nostre case si modificano in base alle stagioni, non hanno bisogno di essere pulite, perché lo fanno automaticamente e in cucina ci sono pentole che preparano le pietanze in base ai gusti dei commensali ed eliminano le sostanze allergizzanti.

 

Nelle camere c’è poi un letto comodissimo e speciale che ogni mattina ci dà la nostra temperatura corporea, legge la nostra pressione sanguigna e ci segnala se qualcosa non va. Se siamo ammalati trasmette le nostre condizioni fisiche direttamente all’ospedale, che, in caso di bisogno, invia i medici robot specializzati nelle diverse malattie e le medicine necessarie.

 

Una cosa del passato abbiamo mantenuto: la vasca idromassaggio, ma anche questa, naturalmente è robotizzata!

 

Quasi quasi scriverò anch’io un diario da tramandare ai futuri bambini, stasera mi metterò davanti al mio robottino scrittore e gli detterò tutte le mie avventure…

 

Gli alunni delle classi 5a C e 5a D dell’Ist. Comprensivo Monte Grappa Bussero

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter