“Alzate la voce, cambiate il mondo”: i 5 punti chiave del discorso di Tim Cook alla Bocconi

Tim Cook, Ceo Apple, è intervenuto all’apertura dell’anno accademico dell’università Bocconi di Milano. I suoi consigli agli studenti: dare peso alle differenze, consolidare il lavoro di squadra, e applicare i propri valori sul lavoro. Con un’attenzione particolare al cambiamento climatico

“Buongiorno!”. Tim Cook, Ceo di Apple, ha cominciato in italiano il suo discorso alla cerimonia di apertura dell’anno accademico dell’Università Bocconi di Milano. Il numero uno della Mela ha parlato davanti a una grande platea di studenti e imprenditori (in sala, per esempio, c’era anche il founder di Yoox, Federico Marchetti). Lavoro di squadra, inclusione e responsabilità verso il pianeta: questi i punti chiave del suo discorso, che ha cominciato proprio con un elogio del “team-work”, del lavoro di squadra, alimentato e rafforzato dalle differenze tra persona e persona. Ciò che rende forte un gruppo, ha detto Tim Cook, è proprio la capacità di ognuno di mettere a disposizione le proprie capacità per un obiettivo comune. Nell’università, come nelle aziende, il lavoro di squadra è essenziale per dare il meglio e fare meglio. Cook ha poi parlato del cambiamento climatico, della responsabilità dei paesi di adottare di comportamenti e sostenibili, e ha annunciato: la Apple sta lavorando per alimentarsi completamente con energie rinnovabili. Infine, la spinta agli studenti: “Fate sentire la vostra voce nel mondo, per raggiungere i vostri obiettivi e cambiare le cose”. 

Abbiamo scelto per voi i 5 passaggi chiave nelle parole di Tim Cook: eccoli. 

tim-cook1-500x281

1. Diversità e lavoro di squadra sono punti di forza

“Nelle sedi che abbiamo in molti paesi, si sentono accenti diversi, quello italiano, quello americano e così via. Questa diversità fa parte del nostro DNA come azienda, le persone che abbiamo e che portano le proprie diversità sono il nostro punto di forza. Possiamo essere migliori se lavoriamo insieme: puntate sul lavoro di squadra”.

2. Si possono esprimere i propri valori attraverso il lavoro

“E’ possibile esprimere i propri valori nel lavoro che si svolge. Se riuscite a infondere valore con il vostro lavoro riuscirete a rendere il mondo un posto migliore. L’azienda giusta è quella che lascia un segno nel mondo. Io l’ho trovata nella Apple, e oggi sono grato di far parte di un’azienda che fa qualcosa di più utile del semplice profitto. Noi alla Apple vogliamo fare il miglior lavoro nella nostra vita: questo è il modo per identificare i nostri valori nei prodotti, prodotti rivoluzionari che permettono alle persone di fare cose che non hanno mai fatto in passato, prodotti che effettivamente collegano le persone e che cambiano tutto”.

3. Responsabilità verso il pianeta

“La crisi climatica è un problema che potrà essere risolto solo se ogni singolo paese sarà attivo e produttivo per risolverlo. Noi, come Apple, ci stiamo impegnando per l’uso esclusivo di energie rinnovabili, ma non è possibile cambiare il mondo se si modifica solo se stessi: quindi stiamo facendo in modo che anche i nostri fornitori in altri paesi, come ad esempio in Cina, seguano il nostro modello”.

4. Accogliere tutti

“In Apple accogliamo tutti: qualsiasi sia il loro paese d’origine, qualsiasi sia il loro credo, o chiunque sia la persona che amano. Semplicemente quella è la cosa giusta da fare, e lo sarà sempre”.

5. Agli studenti: mantenetevi idealisti e allargate le frontiere

“Davanti a voi c’è un’opportunità incredibile, e un obbligo: fare qualcosa che possa servire a un proposito nobile. Qualsiasi proposito nobile, lo potete raggiungere attraverso il vostro lavoro: che sia la sfida climatica oppure le pari opportunità. Mi auguro che voi studenti riusciate a mantenere il vostro idealismo non solo in quanto studenti, ma soprattutto in quanto Ceo. Spingete, andate oltre, portate più in la le frontiere. Potete fare business tenendo conto dei vostri valori, e così cambiare il mondo. Il mondo intero ha un ruolo nel modo in cui voi fate business”.

@carlottabalena

Di cosa parliamo quando parliamo di Industria 4.0 (almeno 20 cose da sapere)

È l’ attesa quarta rivoluzione industriale. Cos’è l’Industria 4.0, in cosa si caratterizza, e perché sarà un termine a cui dobbiamo abituarci. Con uno scenario sul futuro del lavoro secondo Federico Pistono e Paul Graham

I robot ci rubano il lavoro? No, sta a noi ripensare l’occupazione

Adidas, Tesla, Apple, Samsung, Microsoft. Sempre più aziende introdurranno robot nelle loro catene di montaggio. È inevitabile ma anche una grande opportunità: quella di ripensare l’occupazione.

Perché questo lombrico è l’ingrediente segreto del prosecco perfetto. Uno studio

Se il prosecco che avete nel calice è ottimo, è tutto merito dei lombrichi. Una bufala? Tutto vero: una ricerca condotta da Maurizio Paoletti, professore associato di ecologia, all’Università degli Studi di Padova, suggerisce che la formazione del terroir perfetto per il vitigno Glera (l’uva del prosecco) è dovuta a una specie di lombrichi chiamata… Read more »