Giornata sull’educazione ambientale, appuntamento con Indire e Rocco Hunt

In occasione dell’Earth Day Italia, Indire ha organizzato a Roma la giornata Open Day Erasmus+ per sensibilizzare i giovani sulle tematiche ambientali

Ambiente ed Europa sono le parole chiave della 46esima giornata mondiale della Terra che Indire, l’Istituto nazionale della documentazione, dell’innovazione e della ricerca educativa ha deciso di organizzare a Roma il 22 aprile con un “Open Day Erasmus+”, un evento di informazione e incontro dedicato all’educazione ambientale e alla mobilità internazionale di studenti e docenti. Un’occasione per ricordare le tredici studentesse Erasmus scomparse nel recente incidente stradale in Spagna. L’appuntamento è a Villa Borghese nell’ambito del “Villaggio per la terra”, manifestazione di “Earth Day Italia”. Alle 10,45 al Galoppatoio interverranno la presidente della commissione cultura e istruzione del Parlamento Europeo Silvia Costa; il commissario di Roma Francesco Paolo Tronca; la sottosegretaria all’ambiente Silvia Velo; l’Autorità nazionale dei programmi comunitari del Miur Donatella Amatucci e il presidente di Indire Giovanni Biondi. Un momento non solo di parole ma anche di ricordo perché in apertura della cerimonia saranno piantumati tredici alberi per ricordare quelle “figlie d’Europa”.

earthday4

“Quello dell’ambiente – spiega Silvia Costa –  è uno dei temi principali su cui le istituzioni, specie quelle preposte a favorire l’educazione come la Commissione che presiedo, debbono porre grande attenzione. I progetti Erasmus, sperimentati da milioni di giovani europei, con il loro carattere di condivisione, apertura alle culture, rispetto per l’ambiente, hanno fortemente contribuito a creare nuove consapevolezze. È molto positivo, quindi, che Earth Day Italia abbia voluto dedicare questa edizione della Giornata della Terra proprio alle giovani generazioni”.

Una sollecitazione condivisa dall’onorevole Silvia Velo: “Le ultime rilevazioni dell’Istat indicano l’ambiente tra le maggiori preoccupazioni degli italiani. È del tutto evidente che l’educazione ambientale può incidere positivamente nei comportamenti a favore del territorio e del nostro pianeta. Acqua, cambiamenti climatici, biodiversità, lotta allo spreco alimentare, riciclo dei materiali e raccolta differenziata dei rifiuti: sono solo alcuni dei temi che le generazioni future dovranno affrontare con un bagaglio di conoscenze maggiori rispetto al passato. Proprio per questo, i tredici alberi che pianteremo in ricordo delle studentesse Erasmus che hanno perso la vita nel recente incidente stradale in Spagna, assumono un significato ancor più rilevante”. 

Il programma della giornata prevede alle 15 un incontro con alcuni studenti della “Generazione Erasmus+” che racconteranno  le migliori esperienze green e i progetti ambientali selezionati dall’Indire e finanziati dal programma Erasmus+. Più tardi, si terrà l’Erasmus Party for Earth, un festival di musica rock con giovani band. Alle 20 circa è prevista la diretta streaming con New York, dove il Premier Matteo Renzi e il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti partecipano alla ratifica dell’Accordo sul Clima di Parigi da parte del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki MoonAlle 21 la giornata si conclude con il grande Concerto per la Terra di Rocco Hunt trasmesso in diretta da Radio 2.

Il motore di ricerca della moda cresce e aggiunge altre città | Papèm

La startup, guidata da Alberto Lo Bue e Carlo Alberto Lipari, dopo aver ricevuto il premio Endeavor ai MYllennium awards, ha annunciato che l’espansione non si fermerà fino a quando Papèm non sarà presente in ogni angolo di tutte le città

SeaSeeker, la maschera realizzata con Snapchat che scatta foto sott’acqua

È la versione subacquea degli occhiali Spectacles del social network del fantasmino. Può essere immersa per 30 minuti e fino a 45 metri di profondità per regalare ai turisti ricordi esclusivi delle loro esperienze in vacanza

Efficienza energetica in edilizia. La call di Klimahouse Startup Award

C’è tempo fino al 20 novembre per partecipare alla seconda edizione della call per startup europee attive nell’ambito delle tecnologie legate allo smart building, allo smart living e alla smart city che mettano al centro del proprio operato la sintonia tra uomo e natura

Prodotti tech certificati in base alla (cyber) sicurezza | La proposta di Andrus Ansip

Il vicepresidente della Commissione europea pensa ad una rete di uffici di cybersecurity diffusi in tutti gli Stati dell’Unione, incentrati sulla certificazione delle misure di sicurezza informatica attuate dai prodotti