Redazione

Mag 6, 2016

Notte della legalità, il Tribunale si apre agli studenti (con la proiezione di “Jeeg Robot”)

Sabato 7 maggio gli studenti delle scuole del Lazio avranno l'occasione di visitare il Tribunale di Roma per la "Notte bianca della legalità": incontri e attività per informare i giovani sui temi dell'antimafia, della corruzione e del cyberbullismo

E’ prevista per sabato 7 maggio la “Notte Bianca della Legalità 2016, dedicata agli studenti delle scuole superiori. A partire dalle ore 15 il Tribunale di Roma si spoglierà della sua veste più istituzionale per diventare una scuola speciale di Legalità, per l’iniziativa ideata ed organizzata dall’Associazione Nazionale Magistrati di Roma e del Lazio, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio e l’Ordine degli Avvocati di Roma. L’evento andrà avanti tutto il pomeriggio e la sera fino alle 23,30 quando i ragazzi potranno assistere alla proiezione del film “Lo chiamavano Jeeg Robot” del regista Gabriele Mainetti.

Falcone-e-Borsellino

La Notte Bianca è una maratona all’insegna della legalità, tra eventi, dibattiti, proiezioni e musica che coinvolgerà 1400 studenti provenienti da 54 Istituti Superiori di Roma e del Lazio, che potranno entrare in contatto con più di 200 magistrati, avvocati e notai ma anche rappresentanti delle Forze dell’Ordine e personale amministrativo del Tribunale. Lo scopo dell’evento è avvicinare i giovani al mondo della Giustizia, renderli partecipi in modo attivo e consapevole delle problematiche riguardanti il ruolo della Magistratura e degli altri soggetti Istituzionali nella tutela dei diritti e nel contrasto ai reati.

Gli eventi e le attività previste si snoderanno in 27 percorsi, ciascuno riconoscibile da un colore e da un argomento specifico ed intitolato simbolicamente ad un Magistrato, ad un uomo o donna delle Istituzioni, che per il proprio lavoro è caduto vittima della violenza delle mafie. I ragazzi attraverseranno i percorsi guidati dai propri docenti ed insieme da 3 avvocati e da 3 magistrati, partecipando ad attività statiche e dinamiche: da un lato dibattiti e tavole rotonde incentrate su alcuni temi portanti come la droga, il bullismo, l’illegalità nello sport e il cyberbullismo, la criminalità organizzata e la corruzione; ma anche visite guidate come quella al Tribunale Segreto. I ragazzi potranno infine assistere a concerti e film come “Lo chiamavano Jeeg Robot” oltre che alla simulazione di un processo all’interno di una vera aula giudiziaria.

Alla giornata prenderà parte anche il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, il Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il Commissario Prefettizio del Comune di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca. Molti anche gli artisti e sportivi invitati a fare da testimonial per veicolare il messaggio della legalità e del rispetto delle istituzioni come pratica insostituibile ed imprescindibile per chiunque voglia affermare la propria coscienza civica. Tra questi ci saranno anche Carlo Verdone, Milena Gabanelli, Marco Travaglio, Alberto Angela.