Il 30 settembre c’è la Notte dei Ricercatori, eventi e incontri in 50 città italiane

Più di 300 città europee coinvolte, 50 solo in Italia. Da nord a sud, le iniziative per avvicinare grandi e piccoli al mondo della scienza

La scienza è uno degli ambiti in cui fare comunicazione è più difficile, data la natura spesso estremamente tecnica e specialistica delle materie trattate. Da qualche anno, undici per l’esattezza, un’iniziativa sostenuta dalla Commissione Europea ha cercato allora di aprire le porte della scienza a tutti, dando la possibilità di entrare in contatto con chi quotidianamente lavora in questo ambito. Il 30 settembre prenderà il via la Notte dei ricercatori, che come di consueto si svolgerà contemporaneamente in circa 300 città europee e chiuderà la Settimana della Scienza. Solo in Italia saranno più di 50 i comuni coinvolti, da nord a sud.

schermata-2016-09-22-alle-16-56-59

Sei i macrotemi di interesse che verranno affrontati e sulla base dei quali sono state divise le città.

1. Bright

Acronimo che sta per “Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research” (i ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca). Il progetto, che si svolgerà in undici città della Toscana, ha l’obiettivo di far comprendere e valorizzare il lavoro dei ricercatori tra i cittadini della regione. Questi ultimi avranno l’occasione di parlare con gli scienziati per le vie dei centri storici, di apprezzarne la competenza e la preparazione e di capire l’impatto di questo tipo di lavoro nella vita di tutti i giorni.

2. Closer

In questo progetto saranno coinvolti 7 comuni del Piemonte (una delle poche regioni che vanta la partecipazione a tutte e dieci le edizioni). Il focus sarà sulla possibilità di coinvolgere gruppi di ricerca e gruppi di cittadini per progettare e promuovere insieme un futuro sostenibile.

3. Luna 2016

Bolzano è l’unica città in questa sezione, che proporrà eventi per cercare di dare una visione d’insieme al grande quadro (“The big picture” è il titolo del tema) della ricerca scientifica, per capire dove si sta indirizzando e quali sono le sfide per il futuro. Nel corso della serata 250 ricercatori apriranno le porte dei propri laboratori, coinvolgendo i visitatori in esperimenti e dimostrazioni.

4. Made in Science

E’ il gruppo più nutrito, con oltre 20 città in tutto il Paese. Obiettivo è promuovere la scienza come brend, paragonabile in tutto e per tutto al “Made in Italy”. Un marchio di garanzia della qualità e dell’eccellenza della ricerca in Italia, in grado di distinguersi per creatività e identità.

5. Sharper

Coinvolgerà 5 città italiane e sarà dedicato a scienza, innovazione e tecnologia. Tra spettacoli, incontri e caffè scientifici, verranno condivise la passione e il talento dei ricercatori che lavorano per migliorare la vita di tutti. Da segnalare, tra le tante iniziative in programma, “Light City Dress”, una sorta di makeup temporaneo delle facciate dei palazzi simbolo delle città con immagini e graphic design.

6. Society

La giornata sarà strutturata attraverso un itinerario interattivo, in cui i ricercatori coinvolgeranno i cittadini per cercare di stimolare la curiosità e la fantasia e cercare soluzioni ai problemi della vita quotidiana. Si svolgerà in cinque città dell’Emilia Romagna.

notte-europea-dei-ricercatori-2016-bari-fortino-sant-antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Smart e integrata nell’ambiente urbano. L’estetica innovativa della torre Dicecell

L’azienda italiana Calzavara ha creato un’antenna per reti cellulari e sistemi IoT che si adatta allo stile cittadino. Può combinare illuminazione intelligente, una panchina riscaldata, interazione con strumenti digitali informativi e la possibilità di ricaricare smartphone e bici elettriche

Cibo e risorse naturali. Le 6 aree in cui la scienza può salvarci dalla catastrofe

L’Istituto per il cibo, la scienza e la tecnologia di Londra ha definito “chiara ed urgente” la necessità che scienza e tecnologia trovino delle soluzioni ai problemi di coltivazioni sicure e sostenibili