In Europa ci saranno 10 mila partnership tra aziende e scuole: per l’Italia c’è l’E-E hub

“The European Pact for Youth” è un protocollo che punta a unire imprese e sistema educativo per rafforzare l’occupabilità dei giovani: in Italia JA sta lanciando una piattaforma che metta in rete tutti gli attori sul tema

Nell’ambito del patto sottoscritto dalla Commissione UE e dal CSR Europe per realizzare partnership di qualità tra imprese e sistema educativo, Junior Achievement Italia ha appena lanciato EE-HUB “Educazione all’imprenditorialità” per mettere in rete gli attori impegnati su questo tema e permettere la diffusione di modelli virtuosi di educazione all’imprenditorialità su scala nazionale. Il piano europeo si chiama “The European Pact for Youth”: punta sulla partnership tra impresa e sistema educativo come approccio distintivo per rafforzare l’occupabilità dei giovani, attraverso la creazione in tutta Europa di 10.000 partnership Scuola-Impresa di qualità entro il 2017. Il Patto è stato presentato il 16 giugno scorso, a Milano durante l’evento “Scuola e impresa: una partnership strategica” ma è stato sottoscritto a fine 2015 come seguito attuativo del “Manifesto Enterprise 2020”.

Stage-Tirocinio-informazioni-500x334

Il Piano europeo

Gli obiettivi principali del piano europeo sono tre:

  • realizzare 10.000 partnership di qualità tra imprese e sistema educativo;
  • offrire almeno 100.000 nuove opportunità di inserimento nel mondo del lavoro, addestramento o tirocinio;
  • mettere a punto 28 Piani d’azione nazionali per la competitività e l’occupabilità nei Paesi dell’Unione.

I contributi dei 28 Paesi dell’Unione Europea ad attuare “The European Pact for Youth” saranno presentati nel 1° Summit Europeo Impresa-Scuola il 23 novembre 2017. L’attuazione del Patto – guidata congiuntamente da Marianne Thyssen, Commissaria Europea all’Occupazione, e da Etienne Davignon, Presidente di CSR Europe – può contare sulla leadership di un primo gruppo di firmatari: Parlamentari Europei, business leader e realtà di riferimento in Europa sulla Sostenibilità d’impresa, tra cui per l’Italia: Diana Bracco (Gruppo Bracco e Fondazione Sodalitas), Francesco Starace (Enel), Marco Tronchetti Provera (Pirelli), Gianluca Vacchi (IMA).

Il Piano Italiano

L’Italia ha il triste primato di NEET: 2,4 milioni di giovani tra i 15 e 24 anni di età non studiano, non lavorano e non sono in formazione. Sempre nel nostro Paese, il 17% dei giovani abbandona gli studi prematuramente. La disoccupazione giovanile, pari al 39,3%, è dovuta in prevalenza a una causa strutturale: il disallineamento tra sistema educativo e produttivo. A guidare la messa a punto del Piano di Azione Italiano che attuerà il Pact for Youth sono Fondazione Sodalitas e Impronta Etica, le due organizzazioni partner di CSR Europe, di concerto con il MIUR e il Ministero del Lavoro, si avvaleranno del supporto di una Rete di Promotori tra cui numerose imprese. “The European Pact for Youth” sarà attuato in Italia grazie al lavoro di tre Tavoli dedicati ad altrettanti obiettivi prioritari, uno dei quali coordinato da JA Italia:

  1. Tavolo “Alternanza Scuola Lavoro”: identificare e attuare modelli efficaci, strutturando percorsi funzionali allo sviluppo delle competenze e facilitando l’accesso alle imprese e la collaborazione in varie forme;
  2. EE-HUB “Educazione all’imprenditorialità” (www.jaitalia.org/ee-hub): un Hub multi-stakeholder che mette in rete gli attori impegnati su questo tema e permetta la diffusione di modelli virtuosi di educazione all’imprenditorialità su scala nazionale;
  3. Tavolo “Apprendistato e formazione professionale”: cogliere le nuove opportunità introdotte dalle riforme per il rilancio dei 3 livelli di apprendistato, compreso quello terziario.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le 6 startup finaliste di .itCup Registro 2017

Dalle 110 candidature arrivate per la sesta edizione della .itCup organizzata dal Registro.it sono stati selezionati i progetti innovativi che parteciperanno alla .itCup School a Pisa. E che il 26 ottobre saranno in finale a Roma

Negli Stati Uniti arriva il primo avvocato-robot al mondo. Ed è gratuito

Il robot, che si chiama DoNotPay, in realtà è un’intelligenza artificiale in forma di chatbot e offre consulenza gratuita a chi non può permettersi un legale in carne e ossa. Nei due anni di sperimentazione ha contestato 375mila multe per il parcheggio

McDonald’s firma una linea di abbigliamento e la consegna a casa con UberEats

La famosa catena di fast food ha pensato per il 26 luglio a una campagna per celebrare il Global Delivery Day: in quella data chi ordinerà con UberEats si verà recapitare a casa un articolo con riferimento al marchio del Big Mac

I vincitori della prima edizione: “Siamo cresciuti grazie a Start To Be Circular”

Grazie alla call di Fondazione Bracco la startup Orthoponics ha acquisito le giuste competenze per conquistare il mercato. Scadenza il 3 di novembre. In palio un premio del valore di 10.000 euro e l’ingresso nell’incubatore SpeedMiUp

Botnet, Microsoft combatte Fancy Bear in tribunale

Per fronteggiare l’offensiva cibernetica che si presume giunga dalla Russia, a Redmond hanno scelto un’arma non convenzionale. I cyber-criminali sono colpiti a suon di carte bollate, e la loro botnet smantellata in tribunale