Alex Corlazzoli

Alex Corlazzoli

Ago 4, 2016

La mappa delle città con le professioni digitali più richieste

Un’indagine elaborata da Jobrapido mette in luce quali sono i lavori nel mondo del digitale più richiesti in base alle città

Il lavoro bisogna saperlo cercare. E per trovarlo serve saper leggere i dati, avere una cartina in mano e la disponibilità a muoversi da casa. Il posto a chilometri zero è ormai un ricordo delle generazione precedenti. In Italia, l’occupazione va di pari passo con il sostantivo innovazione. Gli annunci in questo settore non mancano e nemmeno i progetti messi in campo. Basta prendere in mano i dati per comprendere che nei prossimi anni questo settore avrà sempre più bisogno, soprattutto al Nord Italia. L’analisi di Italian Smart Cities, una piattaforma dell’Anci e l’indagine elaborata da Jobrapido, il motore di ricerca attivo in 58 Paesi con 35 milioni di utenti unici mensili e con più di 60 milioni di utenti registrati, ci consegnano una fotografia articolata del mercato del lavoro.

mac

Cercasi programmatori e comunicatori digitali

Il primo numero è che i lavori più richiesti sono quelli legati allo sviluppo tecnologico. Sono più di 100 mila le offerte delle aziende nel nostro Paese in questo settore. Il podio lo occupa la programmazione con 5.257 annunci, seguito dal marketing e dalla comunicazione digitale che registrano 3.072 annunci. Al terzo posto si piazzano le richieste di ingegneri soprattutto che abbiano conoscenza dei processi di automazione. Milano è la capitale degli sviluppatori e del web designer. Non è un caso che il capoluogo lombardo abbia il più alto numero di progetti “smart”: da Milano Sharing City al ciclo intelligente, alla protezione del territorio con infrAttruttur a “Smart spaces” o ancora Psc Giustizia, Agenzia Uni, la carta d’identità sociale. Nella città della moda si cercano Developer, App Developer e Java Developer.

Le professioni divise per città

Il Nord Italia in generale a dire il vero è senza dubbio la meta migliore per chi sa destreggiarsi tra codici, sviluppo di applicazioni e linguaggi informatici. Non scherza nemmeno Torino dove le figure più ricercate sono quelle di project engineer e quality engineer: secondo “Italian Smart City” la città della Fiat ha investito 248.689.107,74 euro piazzandosi al secondo posto. Al Centro Italia è Roma a fare la parte del leone confermandosi meta ideale per i professionisti di social media e marketing online ma anche per esperti di Big Data. La presenza dei ministeri e dei centri nevralgici dell’economia e della comunicazione consente alla capitale di attrarre molti giovani che cercano un’occupazione. La piattaforma dell’Anci in questo caso segnala 19 progetti per un investimento di 40.059.239,00 euro: da street control al progetto Voip al piano ciclabilità, al programma strategico per la mobilità nelle aree metropolitane, alla mobilità elettrica. Una mappa che chi si è laureato o sta per farlo deve tenere in considerazione in vista della ricerca occupazionale. L’orientamento non può che essere fatto anche in questo modo, tenendo conto di dove si stanno sviluppando le migliori opportunità. Nei prossimi anni avremo a che fare con un’Italia sempre più a macchia di leopardo dove le ambizioni personali saranno necessariamente da collocare in un ambito geografico.