La startup dei lavoretti per universitari cerca soci su CrowdFundMe. Taskhunters

La startup che permette agli universitari di mantenersi agli studi trovando lavori temporanei ha lanciato una campagna di equity crowdfunding

Taskhunters è «un servizio dedicato agli studenti e non a chi è disoccupato. Soltanto gli studenti di cui sono state verificate le credenziali tramite l’account email dell’ateneo di appartenenza, possono accedere alla piattaforma» e «mettere in contatto domanda e offerta facendo incontrare studenti universitari disposti a fare piccoli lavori e professionisti pronti a pagare qualcuno che li svolga». Lorenzo Teodori e Francesco Piovesan, entrambi trevigiani, trentenni, avevano presentato così a StartupItalia! la loro startup (che è basata a Milano) Era agosto 2016 e il progetto non era stato ancora lanciato. A distanza di un anno e mezzo, Taskhunters è stata selezionati prima da SpeedMiUp (incubatore di Università Bocconi, Comune di Milano e Camera di Commercio di Milano) nel 2016, poi da Digital Magics, per FbStart, il programma di Facebook per startup Mobile ad alto potenziale di crescita. E ancora Y-Combinator, il più importante venture capital e incubatore del mondo, ha selezionato la startup per il percorso Startup School. Agli inizi di maggio 2017 ha aperto una campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe: l’obiettivo minimo è di 80 mila euro, al 15 maggio ne sono stati già raccolti più di 70 mila. QUI i dettagli della campagna.

Leggi anche: La startup degli universitari che vogliono fare qualche lavoretto: Taskhunters

Taskhunters

Digital Magics: modello dalla scalabilità immediata

«L’idea non è solo innovativa, ma ha una finalità sociale molto forte: aiuta gli studenti universitari, ma anche le famiglie e gli anziani nelle attività quotidiane» aveva dichiarato QUI Gabriele Ronchini, Amministratore Delegato di Digital Magics per il Portfolio Development. «Taskhunters ha un modello dalla scalabilità immediata: l’Italia sarà il trampolino di lancio per poi portare la startup in Europa. Abbiamo inoltre coinvolto Itaka come partner industriale per sviluppare il business di Taskhunters per le aziende».

Leggi anche: Questa app italiana permette di trovare lavoro agli universitari. Taskhunters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sognatori, imprenditori, innovatori. A Nana Bianca una pizza con StartupItalia! per costruire #SIOS17

Lo startup studio di Firenze ha ospitato l’incontro pizza e birra tra startupper in vista del prossimo Open Summit. Idee, progetti e storie di nuove imprese, tutte insieme allo stesso tavolo

Aumenta la RAM e aumenta pure il prezzo. Ecco il nuovo One Plus 5

È il più costoso smartphone mai venduto dall’azienda cinese che lo equipaggia di tutto punto per cercare di fare il grande salto. Le caratteristiche sono da primo della classe e le differenze con i competitor si riducono

Se la scelta di mangiare verdure dipende da come è scritto il menu

Meglio «bocconcini di zucchine caramellate» o «zucchine verdi nutrienti»? Uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine ha dimostrato che mettere in risalto le qualità benefiche di alcuni vegetali non sempre invoglia i clienti dei ristoranti a sceglierli

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito