Microsoft sta per lanciare “Minecraft: Education Edition” fatto apposta per le scuole

Microsoft ha annunciato che dalla prossima estate lancerà una versione di Minecraft pensata apposta per le scuole. Inoltre acquisirà MinecraftEdu, la versione didattica già esistente

Microsoft ha visto le potenzialità di Minecraft come strumento di apprendimento e ora lo userà per espandere la sua presenza nelle scuole. L’azienda, infatti, ha annunciato che dalla prossima estate lancerà una nuova versione di Minecraft per le scuole, “Minecraft: Education Edition”, ed offrirà una versione di prova gratuita. Inoltre il colosso dell’informatica ha anche annunciato che acquisterà la versione “educativa” già esistente del videogioco, cioè MinecraftEdu, dallo sviluppatore indipendente Teacher Gaming. Il nuovo “Minecraft: Education Edition” si baserà proprio sul modello già esistente di MinecraftEdu.

Leggi anche: MinecraftEdu, la guida pratica per usarlo a scuola

Minecraftedu

Di Minecraft e della sua popolarità che è andata crescendo a ritmi vertiginosi vi abbiamo già parlato in altre occasioni: è un videogioco online che permette ai giocatori di costruire mondi virtuali usando dei blocchi. Quando Microsoft ha acquistato Minecraft nel 2014, lo ha fatto anche per le potenzialità che il videogioco ha in ambito scolastico. Oltre 22 milioni di persone possiedono il videogioco e più di 7 mila classi in 40 paesi diversi hanno già MinecraftEdu, con il quale gli insegnanti riescono a far esercitare i ragazzi nelle materie più disparate: dalla storia al coding, dalla geografia alla matematica. Gli studenti possono lavorare su determinati compiti o “sfide” lanciate dal docente sia in classe sia a casa.

Mentre alcuni hanno paura che il gioco possa far diminuire il tempo che i bambini usano per socializzare, altri credono che avvenga esattamente il contrario, perché Minecraft è ottimo per progetti di gruppo e lavori extrascolastici. Il nuovo “Minecraft: Education Edition” avrà mappe con coordinate migliori che insegneranno agli studenti come navigare bene nel mondo virtuale. La modalità multigiocatore sarà modificata per accogliere fino a 40 studenti contemporaneamente: una vera classe che si ritrova online per costruire qualcosa e portare a termine un progetto. Non è tutto: la nuova edizione “educativa” di Minecraft avrà una componente anche social, dedicata anche agli insegnanti, che potranno condividere i loro progetti e le loro lezioni sviluppate con Minecraft. Il gioco costerà 5 dollari a studente, e sarà associato a un account Microsoft del ragazzo, che potrà scaricare e usare la “Education Edition” anche a casa.

@carlottabalena

Ti potrebbe interessare anche

Minecraft in classe? «I bambini andrebbero a scuola anche la domenica»

Marco Vigelini, informatico e volontario di Coderdojo Allumiere, spiega come il videogioco Minecraft possa essere uno strumento di apprendimento innovativo e divertente da portare in classe

MinecraftEDU, la guida pratica per usarlo a scuola

Marco Vigelini, informatico ed organizzatore di Coderdojo Allumiere, spiega come utilizzare il videogioco Minecraft a scuola e quali sono i vantaggi per la didattica

Imparare il coding con Minecraft e Guerre Stellari: al via l’ora di codice

Nella settimana dal 9 al 13 dicembre nelle scuole si organizzano attività per avvicinare i bambini al coding. L’ora di codice è promossa da Code.org, che ogni anno realizza tutorial gratuiti per insegnare la programmazione ai piccoli

Altro caso nel food delivery: Take Eat Easy ha chiuso

A settembre avevano ottenuto un round da 10 milioni. Tra gli investitori Rocket Internet che però non ha più investito nella società che adesso ha chiuso: dopo Pizzabo, la strategia della holding rimane poco chiara

Con Aguawell fai la doccia senza sprecare acqua

Ogni volta che facciamo la doccia sprechiamo fino 12 litri d’acqua in attesa che essa raggiunga la giusta temperatura. Con Aguawell possiamo evitare questa dispersione e riutilizzare l’acqua per altri fini: dal lavare i piatti a innaffiare i fiori.

Terna: «Con Next Energy cerchiamo la tensione innovativa dei giovani»

Il gestore della Rete Elettrica Nazionale spiega perché è alla ricerca di talenti che sappiano portare nuove idee e una nuova mentalità nell’azienda. Con Cariplo Factory e PoliHub, ha dato vita a Next Energy, bando aperto fino al 31 luglio