Cercasi insegnanti “autorevoli” per nuovo reality Rai (dove la scuola torna agli anni ’60)

Ancora qualche giorno per partecipare ai casting: la Magnolia Tv cerca insegnanti per il nuovo reality “Il collegio” che andrà in onda in autunno

“Cercasi insegnanti molto autorevoli”. E’ l’appello che la società di produzione “Magnolia TV” ha lanciato per un nuovo programma televisivo che andrà in onda su Rai2 tra ottobre e novembre. Il casting è già partito: sul sito della “Magnolia” è possibile candidarsi. Per poter entrare a far parte del primo reality sulla scuola messo in onda dalla Rai, basta essere dei docenti di lettere, economia, matematica, fisica, economia domestica, scienze, canto, educazione fisica, storia e geografia della secondaria di primo e secondo grado. Sono questi i profili che cercano.

Inaugurazione dell'anno scolastico 2012/2013 alla Scuola Elementare Gabelli, Torino, 12 settembre 2012 ANSA/ ALESSANDRO DI MARCO

Un’altra caratteristica richiesta: considerare indispensabili il rispetto delle regole e la disciplina all’interno della classe. Insomma, i prof più “anarchici” o gli “amiconi” dei ragazzi sono esclusi. Le registrazioni inizieranno a partire dalla metà di agosto e dureranno circa quattro settimane in modo da consentire ai professori di tornare alla loro occupazione i primi di settembre senza problemi. Non sarà il “Grande fratello” della scuola, non ci sarà lo studente che viene eliminato dalla classe ma sarà un docu-entertainment che metterà a confronto i diversi metodi di insegnamento. Il titolo c’è già: “Il collegio”. Prende spunto da un format inglese “That’Il Teach’Em” prodotto da Twenty Twenty television che è stato adattato anche in Francia, Spagna, Norvegia, Germania, Belgio, Olanda e Cile.

cast_proffesori-1

Sarà un viaggio nel tempo fatto da adolescenti tra i 14 e i 17 anni che vivranno come negli anni Sessanta: verranno ripresi nelle varie attività mentre frequentano per alcune settimane una scuola dove dovranno sottostare a regole rigide e al controllo di professori integerrimi. Un salto nel passato dove gli alunni proveranno sulla loro pelle com’era il sistema d’istruzione di mamma e papà o dei nonni, quando i docenti erano duri, freddi, staccati e non c’era la lavagna multimediale o il tablet in classe ma solo una cartina geografica e la lavagna d’ardesia con i gessetti e il cancellino. L’obiettivo del programma è quello di verificare se il vecchio metodo portava a risultati di apprendimento migliori o peggiori di quelli attuali. Un’esperienza interessante sia per gli insegnanti che decideranno di diventare protagonisti di questo reality sia per i ragazzi che si metteranno in gioco e potranno così scoprire come si costruisce un programma televisivo. Alla Magnolia TV che si è aggiudicata il lavoro proposto dalla Rai è partita la ricerca dei docenti attraverso l’operazione di ricerca e nel giro di qualche giorno si chiuderà il casting per essere pronti alle riprese.

Questo non sarà l’unico programma dedicato alla scuola. Rai2 in collaborazione con il Miur e la società di produzione Verve Media Company sta realizzando anche un format sul tema del bullismo al quale è stata richiesta la partecipazione dei ragazzi del movimento antibullismo “MaBasta!”. Il palinsesto si arricchirà in questo modo di volti comuni, di sguardi e storie dei compagni di classe e magari accendendo la televisione tra qualche mese sarà possibile guardare la propria professoressa nei panni di un’“attrice” televisiva.

2 Commenti a “Cercasi insegnanti “autorevoli” per nuovo reality Rai (dove la scuola torna agli anni ’60)”

  1. Roweena Mooney

    Già tanto bistrattata…manca solo un Reality che riporti indietro la scuola agli anni ’60.
    Ma perchè non fare un documentario sulle vere classi, sulle dinamiche genuine tra docenti e alunni, nelle classi capovolte, tra la didattica innovativa,…

    Rispondi
  2. Roweena Mooney

    Mi viene da ridere: dove troveranno un Prof di Economia Domestica?? Se ne è sopravvissuto qualcuno sarà centenario!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rocket Lab ha lanciato il primo razzo con il motore stampato in 3D

Il test di lancio è avvenuto il 25 maggio in Nuova Zelanda e ha dimostrato la capacità di Electron di portare in orbita piccoli satelliti e di rendere lo spazio un po’ più accessibile a tutti

Lo scenario della minaccia prima di WannaCry: il Global Threat Intelligence Report 2017

Non solo WannaCry e non solo ransomware. La fotografia delle minacce informatiche dell’ultimo Global Threat Intelligent Report di NTT group evidenzia rischi diversificati, l’acuirsi del phishing e una attenzione crescente e mirata al settore finanziario.