Lucia Lorenzini

Lucia Lorenzini

Ago 1, 2016

Sul nuovo Word ci sarà l’intelligenza artificiale che ci aiuterà a scrivere meglio

Annunciati gli aggiornamenti di Word, Powerpoint e Outlook. Il nuovo programma correggerà anche lo stile di scrittura e aiuterà nella scelta delle parole più appropriate in una determinata frase

Microsoft ha annunciato una serie di aggiornamenti di Word, PowerPoint e Outlook che porteranno i programmi più utilizzati dagli studenti di tutto il mondo a un livello mai visto prima. L’obiettivo è diventare leader dell’apprendimento e dell’e-learning.

msft

Word vi farà scrivere meglio

Per Word, il focus è su come aiutare le persone a diventare scrittori migliori. Il team di ricercatori sta costruendo un nuovo strumento che consente di trovare notizie, curiosità e didascalie riguardanti l’argomento di cui si sta scrivendo. Queste fonti possono essere riviste online, enciclopedie, siti (solo quelli affidabili), banche dati riguardanti storia, scienza e salute. Sarà possibile importare tutto con i riferimenti formattati direttamente in Word. L’idea è quella di permettere allo scrittore di fare la sua ricerca senza cambiare i contenuti. Sarà sicuramente un ottimo strumento per gli studenti delle scuole superiori e forse anche degli universitari. Anche se la novità di Microsoft, pur con il suo ricco database, non andrà mai a sostituire la cara e vecchia biblioteca, può essere di aiuto per scrivere un buon incipit per tesi, tesine e ricerche.

Un nuovo alleato: Editor

Un’altra novità dell’aggiornamento di Word è Editor, che utilizza le sue competenze per correggere e spiegare la grammatica e lo spelling, strumento innovativo rispetto agli altri programmi di elaborazione di testi attualmente disponibili. «Invece di limitarsi a evidenziare gli errori, Editor insegna agli utenti come migliorare la loro scrittura, la contabilità, e addirittura la scelta delle parole più appropriate in una determinata frase» spiegano da Microsoft. Quando un giovane studente utilizzerà una parola invece di un’altra, magari più corretta all’interno di quella frase, Word avrà la capacità non solo di dire che si sta sbagliando vocabolo, ma anche di spiegare il perché. Nella nuova versione quando Word vedrà i problemi con lo stile di scrittura, evidenzierà le frasi scorrette con una linea punteggiata d’oro, elemento grafico che si aggiungerà ai già presenti ghirigori rossi oppure doppie sottolineature blu che indicano un errore di ortografia.

Novità per la posta e le presentazioni

Una grande novità anche per quanto riguarda Outlook mobile: la funzione Focused Inbox metterà in evidenza le e-mail più importanti, in maniera simile a quello che la Priority Inbox di Gmail. Ma le sorprese non sono finite: entrerà in vigore il supporto per le menzioni (con il nome preceduto dal simbolo @, proprio come su Twitter). Quando si menzionerà qualcuno in una e-mail, quella persona verrà aggiunta automaticamente tra i destinatari e riceverà una notifica in più e saprà che si tratta di una e-mail molto importante. Questa funzione è già disponibile per tutti gli addetti ai lavori di Office che utilizzano Outlook 2016 su Windows e Mac. L’ultima novità riguarda PowerPoint. Prendendo alcuni spunti da altri strumenti di presentazione, come Prezi, mira a rendere le presentazioni più dinamiche consentendo così di andare oltre lo stile di base delle slide e riorganizzare la presentazione al volo quando si nota che potrebbe annoiare. Ecco come si presenta nella pratica: