Elp, la scatola (fatta a scuola) che ricorda ai nonni quando prendere le medicine

Una classe dell’Istituto tecnico Fermi di Pontedera ha costruito un dispositivo che aiuta le persone con malattie croniche a ricordare di prendere le medicine quotidiane

Elp è una scatoletta con tanti piccoli cassetti che contengono le medicine da prendere durante il giorno. Quando è arrivata l’ora di prendere la pillola la scatola suona e ricorda al paziente la sua terapia. I ragazzi dell’Istituto tecnico commerciale e geometri Enrico Fermi di Pontedera, in provincia di Pisa, lo hanno ideato e costruito pensando ai loro nonni, e in generale a tutte quelle persone che soffrono di malattie croniche ed hanno bisogno di prendere più medicine durante il giorno. Il dispositivo Elp è stato presentato da Veronica Rossi, 18 anni, team leader della classe di Pontedera, durante lo Startup Junior Club, all’interno della settima puntata di The Innovation Game, il programma condotto da Riccardo Luna. Il pitch di Veronica ha convinto i giudici – tra i quali c’era anche Federico Faggin, l’inventore del microprocessore – ed ha permesso al suo team di proseguire nella gara che porterà il vincitore finale direttamente in Silicon Valley.

medicine

L’idea di Elp nasce dall’osservazione di un dato statistico: “Pensiamo che il nostro prodotto sia molto utile, perché rivolto a un bisogno reale – spiega Veronica – secondo i dati dell’Istat e della scuola Sant’Anna di Pisa, oltre il 70% delle persone sopra i 65 anni soffrono di una malattia cronica e il 50% di esse abbandona la terapia dopo qualche tempo aggravando il proprio stato di salute”.

El, che ha lo stesso suono di “help” (“aiuto” in inglese), è l’acronimo di “easy life pill”. “Abbiamo voluto occuparci della salute delle persone, è un dispositivo medico rivolto a tutte le persone che devono assumere quotidianamente più medicinali” spiega Veronica. Esternamente Elp è una scatola con dei cassettini: ogni cassetto è collegato a un timer e ad una luce al led. Il paziente imposta l’ora a cui deve prendere la medicina e, all’orario stabilito, Elp suona e gli ricorda la medicina.

“Il nostro dispositivo è semplice da utilizzare a differenza di altri già sul mercato, difficili da usare per una persona anziana perché troppo tecnologici. Rispetto al primo prototipo che abbiamo presentato durante la puntata di The Innovation Game, pensiamo di rendere i prossimi modelli più piccoli, in modo tale da permettere alle persone di trasportare Elp anche fuori casa”. I ragazzi immaginano di poter distribuire il loro dispositivo sia attraverso la vendita online sia attraverso i canali di distribuzione normali, come le farmacie e parafarmacie, ad un prezzo che si aggirerà, immaginano, intorno ai 25 euro.

@carlottabalena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Cattura il codice, ordina, ritira: un’app (inventata da 6 studenti) fa la spesa per te

Il telefono si collega a un lettore di codice a barre sul frigo che scansiona i prodotti da acquistare e crea la lista della spesa. Da inviare direttamente al supermarket

Da un liceo di Brindisi un sistema salva-acque: “Così ripuliamo il mare”

Undici ragazzi hanno inventato Recol, un processo che trasforma le acque di scarico delle navi in olio combustibile, sale e acqua distillata: da rimettere sul mercato

Il volante anti-sonno che ti salva la vita è roba da studente

Il dispositivo Helios, da montare in auto, emette un suono se si staccano le mani dal volante per un tempo prolungato. L’idea ha vinto la prima puntata della competizione tra startup giovanili promossa da Repubblica Next

Un metodo per stampare in 3D con la polvere di Marte

L’idea quasi fantascientifica della colonizzazione dello spazio ha ispirato i ricercatori della Northwestern University che hanno pensato a un modo per realizzare strumenti necessari alla vita umana con la fabbricazione digitale sfruttando le risorse del suolo extraterrestre

La Nato aprirà un centro di Info warfare, a Helsinki

“Il centro – ha detto il ministro degli Esteri finlandese Timo Soini in conferenza stampa – è stato realizzato per sensibilizzare alle minacce ibride e a come queste possano sfruttare le vulnerabilità delle moderne società occidentali.