Sicurezza online: ecco il programma di tutela per i bambini su internet

Interventi di sensibilizzazione, kit didattici ed incontri a tema per diffondere le norme sulla sicurezza online per i minori

Let’s create a better internet togheter” : è stato lo slogan del Safer Internet Day 2015 di cui abbiamo parlato qui. Dall’anno 2004 la Commissione europea ha istituito la giornata della Sicurezza in Internet, denominata “Safer Internet Day” (SID) al fine di promuovere un utilizzo più responsabile delle tecnologie legate ad internet, specialmente tra i bambini e gli adolescenti. L’appuntamento, nel corso degli anni, è diventato sempre più importante e ogni anno il tema è sempre stato diverso.

sicurezza

Anche quest’anno il ministero della Pubblica istruzione ha invitato tutte le scuole di ogni ordine e grado ad organizzare, anche in collaborazione con le aziende dell’ICT, organizzazioni no profit o istituzioni che si occupano delle tematiche connesse alla sicurezza in Rete, eventi e/o attività di formazione e informazione destinate agli alunni e alle famiglie, al fine di favorire una maggiore conoscenza delle modalità di uso sicuro della Rete.

E’ possibile ottenere informazioni sul tema e scaricare i kit didattici, le immagini e le locandine relative alla campagna. dal sito Generazioniconnesse.it dove è stata creata un’apposita sezione per accogliere tutte le iniziative realizzate dai diversi istituti scolastici, supportate da report e immagine fotografiche, al fine di creare una raccolta di best practices utili per le attività didattiche di tutte le scuole.

Lo sforzo italiano in questa direzione in questi anni è stato notevole: Generazioni Connesse è nato proprio per promuovere un uso sicuro e responsabile di Internet e dei Nuovi Media da parte dei più giovani. E’ un progetto coordinato dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Safer Internet. Il sito si pone come un polo di riferimento per la realizzazione di programmi di educazione e sensibilizzazione a livello nazionale, finalizzati ad assicurare un utilizzo positivo e consapevole dei Nuovi Media, rivolti ad adulti – genitori, insegnanti ed educatori –, bambini e adolescenti. Ma non solo: è stata creata una Helpline ovvero un servizio in grado di fornire supporto, in particolare a bambini, adolescenti e genitori in merito a esperienze negative e/o problematiche inerenti l’utilizzo dei Nuovi Media.

E’ stato creato anche un servizio telefonico, due hotlines, riservato agli utenti della Rete che offre la possibilità di segnalare la presenza online di materiale pedopornografico. In quest’ultimi anni sono stati fatti interventi di sensibilizzazione, formazione e attività di peer-education in oltre 200 scuole distribuite su tutto il territorio nazionale; seminari interattivi rivolti a studenti, insegnanti e genitori. Una vera e propria battaglia educativa elaborata grazie ad una campagna di sensibilizzazione che ha visto tra gli attori diverse associazioni italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sognatori, imprenditori, innovatori. A Nana Bianca una pizza con StartupItalia! per costruire #SIOS17

Lo startup studio di Firenze ha ospitato l’incontro pizza e birra tra startupper in vista del prossimo Open Summit. Idee, progetti e storie di nuove imprese, tutte insieme allo stesso tavolo

Aumenta la RAM e aumenta pure il prezzo. Ecco il nuovo One Plus 5

È il più costoso smartphone mai venduto dall’azienda cinese che lo equipaggia di tutto punto per cercare di fare il grande salto. Le caratteristiche sono da primo della classe e le differenze con i competitor si riducono

Se la scelta di mangiare verdure dipende da come è scritto il menu

Meglio «bocconcini di zucchine caramellate» o «zucchine verdi nutrienti»? Uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine ha dimostrato che mettere in risalto le qualità benefiche di alcuni vegetali non sempre invoglia i clienti dei ristoranti a sceglierli

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito