immagine-preview

Feb 20, 2018

Arriva SafeSchool 4.0, per mettere in sicurezza le scuole italiane

L'app (gratuita) rientra tra le iniziative realizzate da ENEA per "Italia in Classe A", la campagna promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico

Negli ultimi tre anni sono stati investiti oltre 10 miliardi di euro nella riqualificazione e messa in sicurezza delle scuole italiane. Tra le iniziative nate raggiungere questi obiettivi c’è Italia in Classe A, la Campagna Nazionale di informazione e formazione sull’Efficienza Energetica promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico.

 

 

Ed è proprio all’interno di “Italia in Classe A” che prende il via il progetto SafeSchool 4.0. Si tratta di un’applicazione per tablet e smartphone – realizzata da ENEA, l’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie e lo sviluppo economico e sviluppata da Logical Soft – che valuta in modo semplice e con costi contenuti la vulnerabilità degli edifici scolastici sotto il profilo energetico e strutturale.

Sono oltre 42 mila gli edifici scolastici coinvolti, la metà dei quali costruita prima degli anni Settanta oppure in zone sismiche ad alta pericolosità. Ed interessano oltre 8 milioni di studenti.

Valutare la vulnerabilità degli edifici

«Il 42% scuole non ha mai avuto interventi di efficienza energetica e molti richiedono ancora la messa in sicurezza antisismica», ha spiegato Nicolandrea Calabrese, responsabile del progetto per ENEA.

Ecco perché l’app (gratuita) è stata concepita da ENEA per supportare i tecnici e i responsabili nei rilievi energetici e strutturali delle scuole. SafeSchool 4.0 è in grado di fare una diagnosi dell’edificio, misurando consumi energetici e caratteristiche strutturali, per programmare gli eventuali interventi di messa in sicurezza. «Una volta effettuata la diagnosi l’app in maniera intelligente suggerisce gli interventi da effettuare sia per l’efficienza energetica che per l’intervento antisismico», conclude Calabrese.

 

 

Inoltre, grazie ai dati raccolti, SafeSchool 4.0 è in grado di indicare la priorità d’intervento tra più edifici di uno stesso territorio, ottimizzando così le risorse economiche stanziate.

 

Una piattaforma web per pianificare i lavori

 

L’applicativo mette inoltre a confronto i consumi reali dell’immobile con il fabbisogno energetico di riferimento per gli edifici scolastici, assegnando ad ogni fabbricato una classe di merito (buono/sufficiente/insufficiente), sia per i consumi da riscaldamento che per quelli elettrici.

Per garantire la massima affidabilità e sicurezza poi, l’utilizzo dell’app è consentito esclusivamente a tecnici abilitati. L’app è già scaricabile, ma si continua a lavorare per ulteriori sviluppi. Ad esempio, per individuare le aree in cui le scuole richiedono maggiori interventi, l’ENEA sta predisponendo una piattaforma informatica, che servirà a pianificare il recupero degli edifici esistenti in base anche alle diverse criticità territoriali, ambientali e climatiche.

 

 

Per conoscere da vicino il progetto SafeSchool 4.0 bisognerà aspettare il prossimo 13 marzo: l’app e tutte le novità in arrvio infatti saranno presentate da ENEA al Forum dell’Energia della prossima Mostra Convegno Expocomfort, in programma alla Fiera di Milano.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter