Oilproject, più di un milione di studenti sceglie l’e-learning

La piattaforma di e-learning di Marco De Rossi ha raggiunto più di 1 milione e 100 mila utenti al mese. La comunicazione è stata diffusa da Tim Ventures

Oilproject, la piattaforma di e-learning fondata da Marco De Rossi, classe 1990, oggi conta più di 1 milione e 100 mila utenti al mese, il doppio rispetto lo scorso anno. Un vero record. La comunicazione è stata diffusa dall’account twitter di Tim Ventures, la società del gruppo Telecom Italia dedicata a investimenti seed (compresi tra 50.000 e 500.000 euro) in startup innovative e tra queste, appunto, c’è anche Oilproject.

Come funziona Oilproject?

Insegnare e studiare online 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 è davvero possibile. Oil Project è esattamente questo: una piattaforma online per l’insegnamento e l’apprendimento di diverse materie. Non si parla solo di italiano, storia e matematica, ma anche di economia, business e startup. Gli studenti, oltre a visualizzare i contenuti formativi, possono interagire anche con la forte community di esperti che offre video lezioni  coinvolgenti ed efficaci, con testi e prove online. Marco de Rossi, il giovanissimo fondatore, la descrive come una scuola gratuita online gestita da studenti e aperta a tutti.

L’utente può seguire i suoi argomenti preferiti e fare follow a quelli della sua cerchia di amici e compagni di classe per vedere in tempo reale cosa stanno studiando. Il senso di coinvolgimento e partecipazione è espresso anche dalla possibilità di fare domande direttamente alla community, cliccando sul bottone “Hai dubbi? Chiedi!”. Uno dei punti di forza della piattaforma è infatti la referenza delle risposte e il sistema di feedback.
E’ previsto anche una classifica: studiando o dando buone risposte alle domande dei propri amici si guadagnano punti fino a scalare la classifica dei “più bravi”. I punti rappresentano la preparazione e la affidabilità di ogni utente all’interno della piattaforma.

Marco De Rossi credits: venicesessions/Flickr

Il manifesto di Oilproject

La visione di Oilproject si può riassumere in sei punti, come riportato nel loro sito.

  1. La scuola che sogniamo noi non costa nulla.
  2. Puoi entrarci sia da Torino, sia da Enna. Anche alle tre del mattino.
  3. È una scuola che corre alla tua velocità perché sei tu a decidere di cosa parlare. A rispondere alle domande non sono solo i docenti, ma anche i compagni di banco.
  4. Nella scuola che abbiamo in mente noi non contano i titoli di studio: chiunque può insegnare se in tanti lo vogliono ascoltare.
  5. La nostra scuola è una condizione mentale. È una creatura in divenire.
  6. La nostra scuola è di tutti

 

Ti potrebbe interessare anche

Tim Ventures investe 200mila euro nell’e-learning di Oil Project

Su Twitter è stata data la notizia del finanziamento da parte di Telecom della piattaforma di e-learning, Oil Project, di Marco De Rossi. Ecco come funziona

Restart Europe: Ecco le 10 raccomandazioni per una nuova scuola

Legame scuola-lavoro, design e infrastrutture e open source, di questo si è parlato durante il Restart Europe del 7 luglio a Venezia

Restart Europe: the 10 recommendations for a new school

Young people from over 24 different European countries met at Restart Europe in Venice with the goal of drawing up a paper on digital education

Google lancia Tez, l’app per pagare via smartphone (anche a ultrasuoni)

Esordisce in India una nuova app per pagare e trasferire denaro attraverso il conto bancario sfruttando le onde sonore che identificano il pagatore e il beneficiario. Presto la tecnologia arriverà in altri Paesi emergenti

Il brevetto di Harvard arriva in Italia con la batteria di Green Energy Storage

Il sistema, basato su una molecola estraibile dai vegetali, consente di accumulare energia, riducendo l’impatto ambientale e i costi di produzione. L’idea di business è diventata un caso di successo anche per l’overfunding su Mamacrowd

L’Open Innovation Contest 2018 di NTT Data fa tappa anche in Italia

Aperte fino al 10 ottobre le candidature per le startup che vogliano partecipare al processo di selezione italiano. Dieci imprese si presenteranno al pitch day del 16 febbraio 2018 a Milano e una sola arriverà alla finale del 22 marzo 2018 a Tokyo