300 mila euro a Oilproject per scuola online e aule virtuali

Tim Ventures, Club Italia Investimenti2 e Club Digitale hanno completato il round di finanziamento su Oilproject, la piattaforma per la didattica online

Tim Ventures, Club Italia Investimenti2 e Club Digitale annunciano il completamento del round d’investimento nel capitale di Oilproject, tra le più importanti startup italiane di e-learning, per un importo complessivo di 300 mila euro. Il primo round di finanziamento c’era stato agli inizi di agosto, quando si era annunciata l’entrata di Club Italia Investimenti 2 e Club Digitale nell’azionariato. La piattaforma di didattica online, fondata nel 2012 da Marco De Rossi, e già selezionata da Working Capital di Telecom Italia, aveva ricevuto lo scorso febbraio un investimento di  200.000 euro da parte di TIM Ventures, il veicolo di corporate seed investment di Telecom Italia, che ha dichiarato l’intenzione di seguire pro quota gli aumenti di capitale. Con il perfezionamento di questa operazione, Club Italia Investimenti 2 e Club Digitale entrano nell’azionariato della grande scuola online, attraverso la sottoscrizione di aumenti di capitale dedicati alla startup.

Marco De Rossi credits: venicesessions/Flickr

Grazie a questo nuovo investimento Oilproject porterà a compimento lo sviluppo della piattaforma di Classroom Collaboration e ne avvierà il lancio commerciale. Di questo progetto De Rossi ci aveva parlato qui: si tratta di un servizio che offre ai docenti la possibiità di creare delle aule virtuali dove creare delle “lezioni condivise” con gli studenti, dove saranno loro stessi i protagonisti dell’apprendimento.

 “Telecom Italia segue fin dalla sua nascita questa startup che ha raggiunto sino ad oggi importanti risultati” – ha dichiarato Mario Di Mauro, Direttore Strategy & Innovation di Telecom Italia e AD di TIM Ventures  – “L’e-learning è un settore ad altissima crescita e Oilproject è leader in Italia nell’ambito ”MOOC” (Massive Open Online Course) e offre gratuitamente a un milione e mezzo di studenti unici al mese, circa 5600 contenuti didattici (testi, video ed esercizi) in moltissime discipline”.

oil_big(1)

oilproject

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

300mila euro ad Oilproject per la didattica online

Un nuovo round di finanziamento per Oilproject, la startup tra le prime in Italia nel settore dell’e-learning, fondata dal giovane Marco de Rossi nel 2012

Fino a 70mila euro per lavorare nella didattica digitale con Oilproject

Sono più di 120 i candidati che fino ad oggi hanno presentato la propria domanda di assunzione. C’è tempo fino agli inizi di settembre per applicare alle posizioni di lavoro offerte dalla giovane startup di didattica digitale in continua evoluzione

Oilproject, più di un milione di studenti sceglie l’e-learning

La piattaforma di e-learning di Marco De Rossi ha raggiunto più di 1 milione e 100 mila utenti al mese. La comunicazione è stata diffusa da Tim Ventures

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito