Come lanciare una startup di successo? Alla Bocconi un corso ve lo insegna, gratis

E’ aperta la call di “The Startup Training”, il percorso gratuito di 6 mesi organizzato all’Università Bocconi per offrire mentoring e formazione ad imprenditori in erba e startup nascenti

Nella fase iniziale di una startup, quando tutto è ancora da costruire, avere qualcuno che faccia da guida, che dia dei consigli su come procedere, può essere decisivo per avere successo. Spesso c’è un’idea forte, ma non si sa da dove cominciare, in altri casi si corre troppo e si commettono errori. Per aiutare gli startupper in erba, l’Università Bocconi di Milano, il CRIOS (Center for Research in Innovation, Organization and Strategy), la Lean Startup Machine e The Doers hanno promosso “The Startup Training”, un corso gratuito di sei mesi con 10 appuntamenti di mentoring con i tutor della Lean Startup Machine, la “scuola di startupper” basata sul metodo Lean. Per partecipare alla call, singoli imprenditori e startup possono iscriversi qui fino al 27 febbraio, momento in cui prenderanno il via gli incontri formativi. Alla fine del percorso è previsto un evento finale per presentarsi agli investitori.

504183_1aa7ba74947b4652998a8866688d680b.jpg_srz_1499_461_85_22_0.50_1.20_0.00_jpg_srz

La call è aperta a qualunque settore merceologico e comincerà a fine febbraio. Per candidarsi è sufficiente lasciare i propri contatti sul sito del progetto. I giovani imprenditori selezionati per parteciperare allo Startup Training della Bocconi avranno l’opportunità di conoscere le best practices e i passi da seguire per lanciare una startup di successo. Avranno la possibilità di confrontarsi con dei mentor che scioglieranno tutti i loro dubbi sulla fase iniziale della loro azienda.

Il Training comprenderà 10 incontri, che andranno dal 27 febbraio al 7 maggio. Il progetto, però,  proseguirà fino al 3 settembre, quando i partecipanti potranno presentare la loro idea imprenditoriale davanti a una platea di investitori ed esperti del settore.

Durante la fase di formazione gli startupper lavoreranno a stretto contatto con i mentor: in questo periodo verranno aiutati a focalizzare il valore della propria idea

la sua spendibilità sul mercato, il business model più appropriato e il piano di crescita. Un passo alla volta, gli imprenditori sapranno sempre meglio come far crescere la propria impresa e come presentarla agli investitori.

Quando termineranno gli incontri di persona, i team continueranno a ricevere affiancamento dai tutor attraverso una piattaforma digitale che gli permetterà di interagire continuamente e di prender parte a classi virtuali e a momenti di e-learning su temi cruciali dell’economia digitale, come Seo, Google analytics e social media marketing.

@carlottabalena

Schermata 2016-01-04 alle 16.29.37

  • Stefano Curtoni

    “singoli imprenditori e startup possono iscriversi qui fino al 27 febbraio” in verità le iscrizioni sono già chiuse

Ti potrebbe interessare anche

“Alzate la voce, cambiate il mondo”: i 5 punti chiave del discorso di Tim Cook alla Bocconi

Tim Cook, Ceo Apple, è intervenuto all’apertura dell’anno accademico dell’università Bocconi di Milano. I suoi consigli agli studenti: dare peso alle differenze, consolidare il lavoro di squadra, e applicare i propri valori sul lavoro. Con un’attenzione particolare al cambiamento climatico

Bemacs, la nuova laurea Bocconi che unisce l’analisi dati a digital economy e social media

L’Università Bocconi di Milano ha lanciato la Bachelor of Science in Economics, Management and Computer Science (Bemacs), corso di laurea in inglese per i manager del futuro

Giovani e rischio, un seminario alla Bocconi per spiegarne il legame

Un’analisi di AXA su giovani e settore finanziario presentata il 20 maggio 2015 all’interno del Seminario annuale in partnership con Università Bocconi

Brexit. Da Gates a Zuckerberg, piangono i paperoni, che bruciano 125 miliardi. In un giorno

Bloomberg ha fatto subito i conti in tasca ai 400 più ricchi del mondo, che a causa della brexit perdono davvero tantissimi soldi. A piangere più di tutti il papà di Zara, che ci rimette 6 miliardi

La Cina supera tutti: è suo il (super) computer più potente del mondo

TOP500 è la classifica dei 500 computer più potenti del mondo. Sunway TaihuLight (costruito in Cina) ha superato tutti gli altri. Ma come si stila questa classifica? Quali sono le componenti etiche? Cos’è il test di Turing e perché è così importante per misurare l’intelligenza artificiale? abbiamo provato a rispondere.

Tornano i Trojan di stato: ma quanto sono sicuri?

Una proposta di legge non ancora presentata fa discutere sulla legittimità dei Trojan di stato per perseguire i criminali. Non si tratta solo di tutelare i diritti costituzionali, ma anche quelli delle aziende