Test d’ammissione, 6 app per aspiranti universitari

Al via per le prove d’accesso all’università per tutti gli studenti che hanno deciso di proseguire gli studi scegliendo facoltà a numero chiuso. Ecco 6 utili app per esercitarsi

Al rientro dalle vacanze secondo l’Ansa, sono  circa 79 mila gli studenti che si stanno preparando per i test d’ammissione alle facoltà a numero chiuso. La cifra è stata diffusa dal portale Universitaly.it del Miur, calcolata in base alle iscrizioni degli aspiranti università per svolgere le prove di settembre. Di questi, ben  57.041 hanno fatto domanda per il test di Medicina ed Odontoiatria, 9.985 per Architettura; 6.716 per Veterinaria. Il 7 settembre è stato il turno degli aspiranti medici, che dovranno cercare di ottenere un posto tra i 9530 messi a disposizione per l’anno 2015/2016, il che significa che sarà idoneo solo 1 candidato su 6, come riportano le statistiche di Skuola.net. La materia che spaventa tutti è cultura generale, lo scorso anno i ragazzi hanno totalizzato mediamente 1,07 su un massimo di 6, mentre le domande di logica aiutano ad aumentare il punteggio (chi l’avrebbe detto).

app accesso

Gruppi di studio o gruppi di facebook

Per studiare non c’è niente di meglio che il confronto con chi dovrà condividere lo stesso percorso, e i social sono uno dei luoghi più utilizzati per ritrovarsi e fare gruppo. Sono nate diverse community su Facebook, utili per superare ansie, paure e dubbi riguardo le prove dei test d’ammissione su cui esercitarsi. Un esempio è il gruppo “Test ammissione Medicina Veterinaria” con più di 10 mila utenti iscritti che si scambiano commenti minuto per minuto.

Esercizi via app

Le migliori app per preparsi ai test di ammissione delle varie facoltà che prevedono corsi a numero chiuso sono circa 6: Hoepli Test, Test Università, Alpha Test, Cosa Studio, Squezy, Mobile Training Test.

#1. Hoepli Test

Il servizio, disponibile per iPhone, iPad e iPod Touch, rappresenta un tool utile per  esercitarsi e per verificare la propria preparazione. Sono presenti test per le seguenti facoltà: Ingegneria, Architettura e ingegneria edile, Economia, Formazione primaria, Psicologia, Medicina, Odontoiatria e Veterinaria, Lauree sanitarie, Scienza della comunicazione, Scienze motorie

#2. Test Università

L’app per il sistema Android,  gratuita e continuamente aggiornata, offre diversi domande di cultura generale, biologia, chimica, fisica, geografia, informatica, inglese, italiano, letteratura, logica, matematica e storia.

#3. Alpha Test

L’app, per iPad e iPhone, raccolgono circa 990 domande riprese da prove ufficiali degli anni passati, con soluzioni commentate dagli esperti Alpha Test.

#4. Cosa Studio

Un servizio sviluppato da Ustation.it, l’app Cosa Studio (di cui ne abbiamo parlato qui) è gratis per Android, e contiene un motore di ricerca dei test d’ammissione. E’ presente anche un simulatore delle prove di accesso sia a tempo che in modalità “training”, cioè senza conto alla rovescia, con il quale è possibile esercitarsi liberamente.

#5. Squezy

Lanciata sull’app store ad agosto 2015, Squezy offre oltre 2.000 quiz di cultura generale, ragionamento logico, biologia, chimica, matematica e fisica. E’ possibile personalizzare l’esercitazione in base alle proprie esigenze di ripasso, intesificando più un’area rispetto ad un’altra. Al termine del test si possono consultare gli errori commessi, e il sistema può suggerire quali argomenti studiare di più.

#6. Mobile Training Test

Un’app sviluppata dal servizio Orientamento e dal centro multimediale ed E-Learning di Ateneo (Cmela) dell’università di Padova per le future matricole. Al suo interno sono presenti le prove degli anni scorsi ripartite in base agli avvisi di ammissione e preceduti da una descrizione della prova tratta direttamente dal bando dell’anno corrente per il test di ammissione. Oltre a ciò è possibile consultare gli esercizi monotematici sulle competenze e abilità valutate nei test estratte dai test di ingresso degli anni precedenti, come ad esempio chimica, fisica e comprensione del testo.

Diane Jooris usa la realtà virtuale per aiutare i malati di cancro. La storia

Oncomfort, azienda americana, crea software che abbassano i livelli di stress e di dolore dei pazienti affetti da cancro. La fondatrice del progetto racconta a StartupItalia! la sua esperienza che l’ha portata a pensare a questa particolare terapia