Thngs, la wikipedia degli oggetti dove trovare tutto ciò che l’uomo ha prodotto nella storia

Il sito è un archivio digitale delle cose prodotte nel mondo: una enciclopedia figurativa con foto, età e caratteristiche degli oggetti creati nella storia

Thngs è il paradiso dei collezionisti, dei fanatici delle cose del passato, ma soprattutto degli amanti della tecnologia d’antan. Questo sito è un motore di ricerca per tutte le cose fisiche prodotte dall’uomo nella storia, dalla punta della freccia dell’uomo di Neanderthal all’iPhone 6. Una wikipedia delle cose fisiche, dove ogni elemento è catalogato con foto, data di produzione e informazioni sulle caratteristiche tecniche dell’oggetto. Gli utenti possono aggiungere pagine e cose, che passeranno al vaglio dei creatori del sito. Chiunque può diventare un “contributor”: designer, produttori, studenti, musei. 

schermata-2016-11-14-alle-17-22-22

Salvare gli oggetti (in digitale)

I creatori lo hanno chiamato “Arca di Noè delle cose”, un archivio digitale per tutti gli oggetti del mondo. “Siamo circondati dagli oggetti – dice il co-founder di Thngs Dima Dewinn – ed ogni cosa è una fonte di informazioni sul nostro presente, sul nostro passato ed anche sul nostro futuro. Sono la memoria fisica dell’umanità: me le cose si rompono, si danneggiano e col tempo scompaiono. Ma anche se la conservazione fisica è impossibile, possiamo averne una copia digitale e preservare tutte le informazioni su ogni oggetto che sia mai stato creato”.

schermata-2016-11-14-alle-18-53-50

Un archivio sulle cose del mondo

Il sistema di base di Thngs è una timeline dove scorrono tutti gli oggetti dal più antico al più moderno. L’obiettivo è creare un archivio, consultabile da tutti, per gli usi più disparati. Il team di Thngs assicura di aver introdotto un sistema di controllo dei dati per la veridicità e l’accuratezza delle informazioni.

Le foto dai musei

Il sito è adatto a tutti perché sul sito si trova di tutto, e molti oggetti provengono dalla digitalizzazione fatta nei musei. Per esempio, ci sono gli oggetti spaziali di era sovietica conservati al Russian Polytechnic Museum (se non potete andare a Mosca a vederli, è una valida alternativa), oppure la storia delle consolle Nintendo, o delle macchine da scrivere Olivetti. Se volete salvare un oggetto dall’oblio della storia, ora sapete dove andare.

@carlottabalena

schermata-2016-11-14-alle-18-53-27

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sognatori, imprenditori, innovatori. A Nana Bianca una pizza con StartupItalia! per costruire #SIOS17

Lo startup studio di Firenze ha ospitato l’incontro pizza e birra tra startupper in vista del prossimo Open Summit. Idee, progetti e storie di nuove imprese, tutte insieme allo stesso tavolo

Aumenta la RAM e aumenta pure il prezzo. Ecco il nuovo One Plus 5

È il più costoso smartphone mai venduto dall’azienda cinese che lo equipaggia di tutto punto per cercare di fare il grande salto. Le caratteristiche sono da primo della classe e le differenze con i competitor si riducono

Se la scelta di mangiare verdure dipende da come è scritto il menu

Meglio «bocconcini di zucchine caramellate» o «zucchine verdi nutrienti»? Uno studio pubblicato sulla rivista Jama Internal Medicine ha dimostrato che mettere in risalto le qualità benefiche di alcuni vegetali non sempre invoglia i clienti dei ristoranti a sceglierli

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito