immagine-preview

Dic 29, 2017

Compiti di matematica: tutti risolti grazie all’app Pianeta problemi

L'idea è di un professore che ha unito la sua esperienza alla passione per la tecnologia per creare uno strumento utile, facile e gratuito

Le feste, i dolci, i regali. E i compiti a casa. Sì perché, presto o tardi, bisognerà tornare a scuola. E allora, sarebbe meglio non farsi trovare impreparati. Anche se, da sempre, quello dei compiti a casa è un vero incubo per gli studenti. E lo è, se possibile, ancor di più durante le vacanze.

I bambini non vogliono sentirne parlare, presi come sono dai loro “impegni” natalizi. I genitori spesso non sanno da che parte cominciare per aiutarli. E perfino i docenti hanno difficoltà nell’assegnarli, anche a causa dei diversi livelli dei propri allievi.

Ora però, almeno per la matematica, le cose sono destinate a cambiare, grazie all’utilizzo di smartphone e tablet e ad un’idea destinata a risolvere molti problemi. In tutti i sensi: Pianeta Problemi, appunto. Si tratta di una piattaforma web gratuita – già disponibile anche in versione mobile per IOS Android – con oltre 4mila problemi di aritmetica e geometria (dalla prima elementare alla terza media) con i quali esercitarsi quotidianamente.

Esercizi personalizzati per ogni alunno

L’idea è di un insegnante di scuola media, Pierpaolo Beraudo: «L’anno scorso avevo in classe una decina di allievi ognuno con una difficoltà diversa – spiega Beraudo – e perdevo molto tempo a cercare il problema del livello giusto, spesso non li trovavo o dovevo inventarmeli io».

Non solo. «Spesso non riuscivo a seguirli spiegando errori e svolgimento corretto ad ognuno di loro come avrei voluto – continua il professore – e molti facevano poi i compiti da soli a casa e tornavano da me con il problema sbagliato senza aver capito perché». C’era bisogno, insomma, di uno strumento intuitivo, che aiutasse i suoi alunni ad apprendere e migliorarsi.

«Nei miei sogni – spiega ancora Beraudo – immaginavo un grande archivio di problemi con difficoltà facilmente graduabili, che in pochi secondi mi permettesse di trovare cosa cercavo e che illustrasse tutti i passaggi dello svolgimento corretto in modo chiaro e semplice, così che loro potessero capire anche da soli dove avevano sbagliato». E allora, non trovando niente di simile sul mercato, il professore ha deciso di unire la sua esperienza nella scuola e le sue conoscenze informatiche per sviluppare un sistema simile.

(Foto: Pianeta Problemi)

Niente più problemi irrisolvibili

Gli oltre 4mila esercizi di Pianeta Problemi sono stati realizzati da un team di insegnanti con un’esperienza decennale. Dalle frazioni alle unità di misura, dall’area del cerchio ai decimali, sono oltre 70 le variabili offerte dal motore di ricerca del sito per scegliere il problema adatto alle necessità di ognuno.

Per esercitarsi, l’allievo dovrà soltanto digitare il numero del problema assegnato nella funzione “cerca”, risolvere l’esercizio direttamente online (l’app è dotata di un sistema di autocorrezione) e stamparlo. Oppure inviarlo all’insegnante via mail, attraverso un PDF che riporterà i dati dell’allievo nell’intestazione.

L’app è pensata come ausilio per studenti ma anche per famiglie e insegnanti: oltre a esercizi ad hoc per ogni allievo, si potranno ripassare e approfondire diversi argomenti grazie ai video tutorial e a guide, manuali e libri scaricabili in formato PDF.

Inoltre, gli esercizi da svolgere sono potenzialmente infiniti: l’archivio infatti, potrà essere arricchito inviando dei nuovi problemi che, dopo il controllo del corpo docenti, verranno inseriti nel database e pubblicati (con il nome dell’ideatore) per essere risolti. Possibilmente senza copiare dallo smartphone dei vostri amici.

@antcar83

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter