Per giocare a Pokémon Go gli americani stanno imparando a usare i km

Le distanze sull’app sono segnate in km e non in miglia. E i 7,5 milioni di utenti americani per giocare devono imparare il sistema metrico decimale

Pokémon Go, il fenomeno da oltre 15 milioni di utenti nel mondo, sta avendo tutta una serie di conseguenze inaspettate. Utenti che perdono peso per catturare Pokémon e restano in forma, altri che trovano l’amore, alcuni che invece rischiano la vita andando a finire con l’auto contro un albero. E un risultato ancora più inatteso: l’app sta insegnando agli americani il sistema metrico decimale. Le distanze sull’app infatti sono segnate in chilometri e non in miglia. E 7,5 milioni di americani, tanti sono quelli che usano l’app in USA, non hanno alternative. Se vogliono giocare devono imparare a calcolare le distanze in metri.

wpuueatuttbcqaihttyk

Ma quante miglia ci sono in 5 km?

Come spiega Gizmodo, l’applicazione, nata dalla mente di John Hanke e dal team della sua startup Nantic, usa il sistema metrico decimale e non prevede attualmente modi per aiutare gli utenti che usano altre unità di misura. Come gli appassionati sanno, l’app geolocalizza i Pokémon segnando le distanze da percorrere per catturarli. E gli utenti devono spostarsi alla ricerca di nuovi posti per completare la loro missione.  Oltre ai Pokémon, gli utenti devono collezionare oggetti, incluse le uova. Per farlo devono camminare per almeno due km. Mentre le uova più distanti si trovano a cinque km di distanza.

ud53phvkc4o8xmgobu6w

Non è un caso che dal 6 luglio, data del rilascio dell’applicazione, a oggi due ricerche sui motori di ricerca sono esplose, secondo Google Trends. “Quante miglia ci sono in 2 e 5 km?”. La risposta corretta è che ci sono 3,1 miglia in 5 km, mentre 1,2 miglia in 2 km. Il web viene in soccorso ai giocatori che cercando Pokémon e distanze su Google, potrebbero anche usare l’applicazione non solo come strumento per divertirsi e sfidarsi. Ma anche per imparare qualcosa di nuovo.

t2kzvsqvcbjlvlc7qmxg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Banca etica stanzia 90K per progetti di promozione culturale (per il crowdfunding)

Fino al 26 maggio è possibile partecipare alla selezione di 15 progetti da inserire sulla piattaforma di Produzioni dal Basso. Il bando è aperto a proposte di produzioni culturali che promuovono la sostenibilità sociale, ambientale o nuove forme di cittadinanza attiva

Ocean Cleanup ripulirà il Pacifico dalla plastica a partire dal 2018

La startup di Boyan Slat ha implementato una barriera galleggiane in grado di concentrare tutto l’inquinamento plastico e permetterne il recupero. Il sistema sarà impiegato nel Great Pacific Garbage Patch, uno dei più consistenti accumuli di immondizia marina al mondo

Impact Hub Milano cerca 5 startup a impatto sociale. IHM Acceleration

Fino al 25 giugno l’incubatore milanese concentrato sull’impact investing seleziona i cinque migliori progetti d’impresa nel campo dell’impatto sociale e ambientale e beneficiare di risorse in denaro e servizi in cambio di equity