L’incubatore di startup dentro l’ateneo: ecco il Mektory (video)

E’ il Centro per l’innovazione e il business dell’Università della Tecnologia di Tallinn. Qui gli studenti hanno l’opportunità di incontrare gli imprenditori, lavorare ai progetto e fondare la propria startup. Lo abbiamo visitato per voi

Immaginate un posto dove gli studenti possano avere uno spazio per concretizzare un’idea, avviare una startup, fondare l’impresa della loro vita. Un posto dentro l’università, così da aumentare la contaminazione tra giovani menti, progetti, interessi. Uno spazio dove trovare mentor e supporter, sponsorizzato da aziende come Samsung, Ericsson, Siemens, che sono lì apposta per scovare le tecnologie del futuro (e le persone che le costruiranno). Questo posto è il Mektory dell’Università della Tecnologia di Tallinn (ve ne avevamo già parlato qui). Un luogo pensato e realizzato per facilitare l’incontro tra imprenditori, studenti, aziende e ricercatori. Siamo andati a fare un giro, e vi mostriamo il Mektory nel video seguente.

Nel video appare Reijo Karu, Direttore dei progetti internazionali dell’Università della Tecnologia di Tallinn, che spiega lo spirito del Mektory: “Volevamo fare qualcosa che fosse effettivamente utile per la società. Così abbiamo costruito questo posto, dove gli studenti possono entrare in contatto con gli imprenditori, e ricevere indicazioni dagli scienziati e dalle aziende. I supervisor fanno parte non solo della nostra università. ma anche da altre università del mondo”.

Il secondo a parlare nel video è Mart Vihmand, a capo del Centro Spaziale del Mektory: nell’intervento parla dei corsi per bambini che il Mektory organizza in orario pomeridiano e serale. “Abbiamo queste serata in cui i bambini vengono accompagnati dai propri genitori, in cui parliamo del sistema solare e dello Spazio in genere. Ai bambini delle scuole elementari e medie parliamo anche delle tecnologie spaziali: razzi, scienza e altre materie che hanno a che fare con lo Spazio”.

[youtube id=”bvoV_0zz9Zk” parameters=”https://www.youtube.com/watch?v=bvoV_0zz9Zk”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

Scuola digitale e atenei tech: così l’Estonia sta crescendo la sua e-generation. Già dalla culla

E-school, università gratuita, incubatori per le startup negli atenei. Siamo andati a Tallinn per vedere come si studia nel Paese più digitale del mondo

Niente materie, si studia per argomenti. E’ la nuova scuola finlandese

In Finlandia si sta sperimentando un metodo di insegnamento basato non sulle materie tradizionali, ma su macrotemi e argomenti

Imparare a guidare con la realtà virtuale e aumentata. Il progetto di Guida e Vai

Salvatore Ambrosino, cofondatore e direttore commerciale di Guida e Vai, ha ideato un nuovo sistema di insegnamento per preparare all’esame di teoria le nuove generazioni. I ragazzi potranno simulare con smartphone e visore le situazioni che potrebbero incontrare su strada

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito