Il lavoro dei sogni esiste davvero. Lego assume “costruttori” per i suoi luna park

Il “Lego model builder” costruisce sculture con i mattoncini Lego da inviare ai parchi divertimento a tema nel mondo. In Florida se ne cercano 20 (ma le selezioni sono dure)

AAA il mondo del mattone offre lavoro. Ma non si tratta di edilizia classica. Se avete una “buona esperienza in costruzioni Lego” ed anche “un’ottima conoscenza delle varie parti Lego” allora probabilmente sarete abbastanza qualificati per rispondere all’annuncio di lavoro che la Merlin Entertainment, società proprietaria dei “Legoland” in tutto il mondo, ha pubblicato per assumere “Lego builder”, costruttori di Lego. Probabilmente il mestiere che sognavate da bambini: costruire sculture di Lego per i parchi divertimento a tema in giro per il mondo.

Leggi anche: Lego cerca un’alternativa alla plastica (e investe 100 milioni di euro)

Legoland-02

Cosa fa un “Lego model builder”

La ricerca è cominciata la settimana scorsa, e riguarda una nuova “Lego Factory” situata vicino al Legoland in Winter Haven, in Florida. Secondo i media Usa la Merlin Entertainment ha già selezionato 50 “model builders and designers”, cioè i modellatori di costruzioni Lego e ne sta cercando almeno altri 20. Questi costruttori realizzeranno tutte le tipiche costruzioni presenti nei Legoland: dalle città in miniatura alle figure di monumenti e persone. I costruttori della “Factory” serviranno il Legoland della Florida ma anche gli altri situati nel resto degli Stati Uniti, in Danimarca, nel Regno Unito, in Germania, negli Emirati Arabi e in Malesia.

Competenze richieste

L’annuncio di lavoro recita così: “Necessaria esperienza in costruzioni Lego, ed essere capaci di immaginare e costruire modelli Lego accurati, complicati, sicuri e installabili per una gran varietà di attrazioni Legoland, incluse miniature o riproduzioni a grandezza reale di prototipi”. Oltre a competenze manuali sono richieste anche “forti capacità comunicative durante la fase di costruzione dei modelli, buona organizzazione nelle fasi di progettazione e grande volontà nel portare a termine i compiti assegnati per creare e istallare i modelli”. Al futuro Lego builder è richiesta esperienza pregressa nel settore delle costruzioni con mattoncini (come architetto o scultore), di saper usare i comandi base del pc, e un’ottima conoscenza di tutte le parti Lego. Un buon costruttore dovrà poi avere “abilità di dare e ricevere critiche costruttive, capacità di lavorare in gruppo e atteggiamento positivo”. Altri “must” per avere il lavoro, infine, sono “pazienza e senso dell’umorismo”.

Come si seleziona il costruttore Lego

Il processo di selezione include prove a tempo in cui gli aspiranti costruttori dovranno realizzare varie tipologie di modelli con i Lego. Per esempio: ai concorrenti viene data una grafica di un’anatra da riprodurre in Lego, e i costruttori devono renderla quanto più vicina possibile al modello originale. Quello che si cerca è la creatività: la capacità di rendere la figura a due dimensioni in un modello tridimensionale. Poi ci sono le prove per valutare la capacità di lavoro in gruppo dove si lavora con altre persone per costruire qualcosa di più grande. Infine la prova “freestyle”, ovvero costruisci ciò che vuoi e stupisci. Per partecipare alle selezioni è richiesto il diploma, ma non la laurea, e si precisa che “i precedenti builder avevano background molto variegati, andando dagli ingegneri agli insegnanti”.

@carlottabalena

Untitled44

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare anche

La protesi fatta con i Lego che aiuta i bambini disabili (giocando)

Arriva dalla Svezia IKO, un sistema di protesi modulabili e personalizzabili con i Lego direttamente dal bambino che le indossa. E’ stato realizzato nell’Istituto di design di Umeå

Lego cerca un’alternativa alla plastica (e investe 100 milioni di euro)

L’azienda sta per investire 1 miliardo di corone danesi nella ricerca. Obiettivo? Trovare un materiale più sostenibile della plastica col quale produrre i famosi mattoncini

Spiegare la matematica con i Lego: il metodo di Alycia Zimmermann

A New York c’è un’insegnante che ha trovato un modo divertente per far amare la matematica ai bambini: usando i famosi mattoncini danesi

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup