Non si è mai troppo vecchi per imparare. Durga Kami torna a scuola a 68 anni

A 68 anni, Durga Kami è tornato a scuola ed è diventato il più vecchio studente del Nepal: il riscatto per un’istruzione preclusa tutta la vita

Durga Kami, nepalese, ha 68 anni, sei figli e otto nipoti. Recentemente, è diventato famoso per la sua decisione di tornare a scuola. Si sveglia, si prepara, fa colazione e va in classe dove siede nei banchi insieme a ragazzi di 14 anni: «Voglio studiare fino alla mia morte, e spero di potere con il mio esempio spingere gli altri a ignorare gli ostacoli che l’età comporta» spiega in un reportage di Reuters.

[iframe id=”https://www.youtube.com/embed/NKzHHsJZihQ”]

Da piccolo sognava di essere un insegnante

Questo era il suo più grande desiderio, ma la povertà gli ha impedito di realizzarlo. Kami è infatti un dalit o paria, il ceto sociale più basso nel sistema delle caste, e di conseguenza è  isolato dalla sua comunità. È riuscito solo a frequentare la scuola elementare di Kaharay dove ha imparato a leggere a scrivere prima di lasciare gli studi all’età di 11 anni per portare avanti la sua famiglia. Dopo la morte di sua moglie, vive solo in una in una casa di una stanza, nel distretto di Syangja, a 250 km dalla capitale, Kathmandu. È stato l’insegnante della scuola, D.R. Koirala, che, dopo aver ascoltato la sua storia e il suo sogno svanito, lo ha invitato a frequentare i suoi corsi: «Questa è la mia prima esperienza di insegnamento a un uomo che ha l’età di mio padre» ha dichiarato a Reuters.

nepal

20 ragazzi in classe lo chiamano papà

Oltre che per il suo desiderio di imparare, Kami ha accettato di tornare tra i banchi anche per la solitudine in cui viveva da anni: «Vado a scuola anche per mettere un po’ via la mia tristezza». In classe gli altri studenti lo chiamano “Baa” parola che significa padre in Nepali. Kami sembra divertirsi, malgrado la sua età fa tutte le attività degli altri studenti, comprese quelle sportive. Pare sia bravissimo a giocare a pallavolo. Ma per ora in classe se la cava meno bene. Secondo il suo compagno di banco è un po’ debole negli studi, rispetto agli altri: «Ma noi lo aiutiamo» dichiara il 14enne Sagara Thapa.

«Studierò fino alla morte»

Kami sa che è tardi per raggiungere il suo sogno di insegnare, ma ha scoperto una grande passione verso gli studi e ha capito che l’età non deve essere un limite: «Basta essere motivati. Se vedessi un uomo con la barba bianca come me tra i banchi, saprei che c’è qualcosa di molto forte che lo ha spinto, proprio come è successo a me».

nep

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’incredibile storia di Mashape e Augusto Marietti (che ha fatto bene a lasciare l’Italia quando gli dicevano “sei troppo giovane”)

A 18 anni aveva inventato Dropbox prima di Dropbox, ma nessuno lo finanziò. Poi, quando con 2 amici ha lanciato Mashape, un marketplace dove gli sviluppatori vendono “pezzi” di software, ha scelto di lasciare l’Italia, destinazione San Francisco. L’idea piace, e ci credono anche il papà di Uber e quello di Amazon e oggi la sua azienda vale decine di milioni di dollari. No, non è un film: è la storia di Augusto Marietti

Dal sushi alla Coca-cola, un progetto ci mostra quanto zucchero c’è negli alimenti

SinAzucar è il progetto spagnolo che fotografa gli alimenti che si trovano comunemente nelle nostre case per mostrarci quanto zucchero raffinato effettivamente contengono

Dai soldi al network, i 4 contributi delle corporate alle startup. Il caso Tecno a Napoli

Il contributo di una corporate alla startup, secondo L’advisor Giovanni De Caro, dovrebbe essere erogato secondo una precisa scala di priorità. L’open innovation di una società di Napoli e le modalità di investimento nelle startup