La scuola dell’Università di Cambridge completamente a energia solare

La University of Cambridge Primary School è un campus alimentato a energia solare. Il progetto è stato ispirato dalle più recenti ricerche nel campo della formazione

Una scuola verde, in cui studiare all’aria aperta e in maniera ecologica. La Marks Barfield Architects ha completato l’innovativa University of Cambridge Primary School, un intero campus alimentato a energia solare. L’Università di Cambridge è la prima struttura dedicata alla formazione universitaria nata in Inghilterra.

H

Questa scuola primaria ha raggiunto l’eccellenza anche in termini di impatto ambientale, riducendo al minimo il consumo di energia, oltre a potenziare al massimo l’accesso alla luce naturale e alla ventilazione. La scuola, disposta intorno a un cortile verde centrale, ha una pianta circolare con le aule e gli spazi raggruppati insieme in tre blocchi.

Il progetto è stato ispirato dalle più recenti ricerche nel campo della formazione, con un notevole apporto d’importanti pedagogisti e insegnanti.

Il risultato è un ambiente educativo dove l’apprendimento può avvenire ovunque.

university-of-cambridge-primary-school-by-marks-barfield-architects-2

I tre blocchi della scuola comprendono sei classi, più un cluster per gli alunni più piccoli, che si aprono su uno spazio condiviso dove imparare all’aria aperta. Oltre a fornire un ambiente di apprendimento per i bambini in età scolare, la scuola facilita anche la formazione degli insegnanti e la ricerca educativa per la Facoltà di Scienze della Formazione. Questi obiettivi sono stati resi possibili dalla natura collaborativa del processo di progettazione: «La University of Cambridge Primary School è il risultato di un lavoro di squadra – spiega Julia Barfield, direttore di Marks Barfield Architects – ogni decisione è stata presa esaminando il contesto e le esigenze educative della scuola, attingendo alla guida e alla ricerca dei principali studiosi. Il risultato è una scuola in cui l’istruzione e l’architettura sono totalmente allineate in modo tale che l’apprendimento possa avvenire ovunque».

H

4 Commenti a “La scuola dell’Università di Cambridge completamente a energia solare”

  1. Ri Mirko

    ALTRO FENOMENO …ora questo ha scoperto i BITCOIN che ci sono da 3000 anni . .ma lui vorra’ fare la solita funzione agiuntiva ,cose prese qui e la.. qualche cosa per essere un minimo diverso da quello che in realta gia’ ce.. e questo vuol dire innovare??? MAH…

    Rispondi
  2. +++ CrowdfundingNews.IT +++

    mi piacerebbe creare un coso così, ma tutto per me, ho anche provato a
    raccogliere i fondi necessari con una campagna di crowdfunding ma il
    risultato è stato ZERO, adesso ci sto riprovando (indirettamente) con
    questa campagna patreon.com/gaetanomarano

    Rispondi
  3. Giovanni Iula

    Nutro profonda ammirazione per gli inglesi
    Ancora una volta ci ricordano che la FORMAZIONE, a tutti i livelli, dovrebbe essere considerata al pari di alcuni bisogni primari come RESPIRARE, NUTRIRSI, RIPOSARE, etc !
    Hanno capito da tempo che la FORMAZIONE è la chiave per farci RESPIRARE, NUTRIRE E RIPOSARE CON LA QUALITA’ CHE MERITIAMO !

    Rispondi
  4. Giovanni Iula

    Nutro profonda ammirazione per gli inglesi
    Ancora una volta ci ricordano che la FORMAZIONE, a tutti i livelli, dovrebbe essere considerata al pari di alcuni bisogni primari come RESPIRARE, NUTRIRSI, RIPOSARE, etc !
    Hanno capito da tempo che la FORMAZIONE è la chiave per farci RESPIRARE, NUTRIRE E RIPOSARE CON LA QUALITA’ CHE MERITIAMO !

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook e YouTube lavorano contro la propaganda terroristica sulle loro piattaforme

Il social per eccellenza e il portale di videosharing si attrezzano per fare fronte alla minaccia estremista con un misto di tecnologia e buon senso: il riconoscimento automatico spesso non basta a eliminare i contenuti pericolosi

Il food italiano parte alla conquista della Cina con la startup Ventuno

Le sorelle Di Franco hanno inventato un modo per presentare l’italian food all’estero: eleganti box a tema regionale con prodotti locali. E ora la piattaforma sarà una delle dieci finaliste dell’Italian Scaleup Initiative in China

Hephaestus Venture, il fondo che porta le startup italiane in Brasile

Il fondo ha la missione di supportare le startup nei processi di internazionalizzazione verso il Brasile, un mercato emergente e in forte crescita, se si pensa che il 57.4% dei finanziamenti in America Latina si concentra in questo Paese.

Cyber-Diplomacy | Che cos’è e qual è il ruolo dell’Italia (nel G7)

Le relazioni internazionali sono chiamate ad avere un ruolo specializzato al Cyber Spazio e devono agire al suo interno per supportare il complesso di accordi e regole di carattere internazionale oggi ancora incompleto in proposito