Stir Education: la rete di prof giovani e motivati che sta cambiando la scuola in India

La crisi della scuola passa anche dalla poca motivazione degli insegnanti. Per questo in India alcuni giovani hanno pensato di ridare fiducia ai docenti creando un network che permette loro di confrontarsi e discutere dei problemi che, tutti i giorni, incontrano in classe

In India un insegnante su 4 ogni giorno si assenta dal lavoro e la maggior parte degli studenti va a scuola senza però imparare quasi nulla. Una situazione preoccupante che ha fatto nascere in alcuni giovani indiani un’idea tanto innovativa quanto semplice: ridare entusiasmo ai docenti indiani. Per realizzare questo proposito hanno creato Stir Education, il programma che sta rivoluzionando l’educazione in India.“Stir cerca di migliorare il livello di apprendimento di 40 milioni di alunni attraverso un movimento di docenti decisi a mettere in discussione i tradizionali metodi di insegnamento e, soprattutto, a fare squadra”, dice a Startupitalia.eu Ratul Chowdhury, uno dei fondatori di Stir.

11222787_1187695201247097_2878114142885697198_n

Insegnanti e attivatori del cambiamento

I maestri di Stir vengono messi in contatto dal movimento. In questo modo si conoscono, si incontrano, si scambiano nuove metodologie di insegnamento. Ma, soprattutto, si confrontano sui problemi che trovano nelle loro classi e riflettono insieme su come superarli. Lo fanno grazie a riunioni mensili e attraverso gruppi su whatsapp. “In questo modo – conclude Chowdhury – gli insegnanti diventano di nuovo alunni e non smettono mai di imparare cose nuove”. Ogni anno Stir Education seleziona i migliori insegnanti indiani e li premia nel corso di una cerimonia collettiva. La premiazione pubblica li fa sentire orgogliosi e, allo stesso tempo, li rende un modello per altri colleghi. Così, sempre più docenti si lasciano trasportare dall’entusiasmo e decidono di unirsi a Stir. L’adesione avviene pronunciando un vero e proprio giuramento che è, insieme, il manifesto ideologico di Stir Education:

“I am a teacher and a changemaker. I will work to be the best teacher I can be. I will support all my children to learn. I will collaborate with other teachers to improve learning for all children. I will be part of a movement that restores the faith in teaching and in teachers”.

12219507_1212033172146633_7389785464683832366_n

Stir Education ha così conquistato la fiducia del governo tanto che l’Uttar Pradesh, il più grande stato indiano, ha integrato il metodo Stir nel suo programma di formazione degli insegnanti. Ad oggi sono dodicimila gli insegnanti indiani coinvolti in Stir ma il movimento si sta allargando anche in Africa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal Mit un nuovo dispositivo che estrae acqua potabile dall’aria

Alimentato dalla sola energia solare, il sistema potrebbe aiutare a risolvere i problemi di approvvigionamento idrico nel mondo: con un materiale innovativo e una tecnologia all’avanguardia può funzionare anche in aree aride, dove l’umidità non supera il 20 per cento

La Nato aprirà un centro di Info warfare, a Helsinki

“Il centro – ha detto il ministro degli Esteri finlandese Timo Soini in conferenza stampa – è stato realizzato per sensibilizzare alle minacce ibride e a come queste possano sfruttare le vulnerabilità delle moderne società occidentali.