Un Babbo Natale segreto ha donato la mensa scolastica ai bambini in Pennsylvania

Un benefattore ha coperto i debiti di alcune famiglie. Non si conosce la sua identità, si sa soltanto che la figlia aveva frequentato l’istituto negli anni ‘80

Potrebbe sembrare una scena di un film di Natale, invece questa volta è una bella e commovente realtà. Un uomo di cui non si conosce l’identità ha donato 900 dollari ad una scuola elementare della Pennsylvania ed ha assicurato così un Natale sereno alle famiglie dei bambini che sono in difficoltà economiche.

babbo-natale

L’anonimo benefattore ha saldato il debito della mensa di 44 studenti della HW Good School Elementary a Herminie e ha pagato i pasti degli studenti più indebitati per il resto del mese. «Ho detto al benefattore che le parole non possono descrivere quello che provo, avevo le lacrime agli occhi – ha detto Amy Larcinese, preside della scuola – è bello sapere che ci sono così tante persone buone che sono disposte a sacrificarsi per aiutare gli altri».

Quasi la metà dei 300 studenti della scuola fanno parte di “famiglie in difficoltà finanziarie” che fanno richiesta per pasti gratuiti o comunque a prezzi ridotti. La Larcinese ha detto che il personale della scuola non fa che chiedere dell’uomo, che prima si è messo in contatto con la scuola via telefono e poi ha lasciato un assegno per coprire i debiti due giorni dopo.

«Siamo rimasti sbalorditi – ha detto la preside – abbiamo un sacco di famiglie che stanno attraversando momenti molto difficili, e lui ha fatto la differenza nella loro vita». Dell’uomo non si sa nulla, solo che la figlia ha frequentato la scuola negli anni ‘80 e che sarebbe stato ispirato a realizzare il generoso gesto dopo aver sentito che in quartiere vicino qualcuno aveva fatto un’azione cosa simile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aumento di capitale per Satispay, già raccolti 14 milioni. Obiettivo: mercato estero

Risorse da record per la startup italiana dei pagamenti digitali fondata da Alberto Dalmasso, Dario Brignone e Samuele Pinta. I fondi raccolti saranno destinati all’internazionalizzazione del prodotto. A partire dalla Germania

Chi compra l’usato guadagna 900 euro all’anno. Intervista alla CEO di Subito.it

Secondo l’Osservatorio 2016 Second Hand Economy condotto da DOXA, la compravendita dell’usato cresce di €1 miliardo nel 2016 e ora vale l’1,1% del PIL. Abbiamo sentito Melany Libraro per capire come cambiano le abitudini degli italiani

La centrifuga di Iscleanair ripulisce l’aria dagli inquinanti senza usare filtri

La scaleup, che è inserita nel programma di accelerazione Eit Digital, propone un dispositivo in grado di migliorare la qualità degli ambienti interni ed esterni, sfruttando l’abbattimento in acqua. La sua soluzione può aiutare anche la rigenerazione urbana

Quanto sono sicuri i tuoi sistemi? Ecco cosa ci dice il rapporto Verizon sulle violazioni informatiche

Ransomware e phishing sono in aumento, i settori finanziario e sanitario tra i più colpiti, ma anche le piccole imprese non stanno tranquille. Entusiasmo, distrazione, curiosità e incertezza sono i cavalli di Troia