Generazione Erasmus, arriva l'app per collegare tutti gli studenti | iSchool | StartupItalia! immagine-preview

Dic 26, 2018

Generazione Erasmus, arriva l’app per collegare tutti gli studenti

Ecco Dot-E è la prima community di Erasmus viaggiatori in Europa. Una community dove tutti gli Erasmus possono incontrarsi e scambiarsi ospitalità

Da più di 30 anni il programma Erasmus fa viaggiare gli studenti di tutta l’Unione Europea. L’iniziativa, nata nel 1987, permette agli studenti iscritti alle università europee di studiare in università di altri Paesi compresi nell’UE o a essa associati per un periodo di tempo variabile che va dai 3 ai 12 mesi.

Possono partecipare al programma gli studenti delle lauree triennali e magistrali, i laureandi che devono conseguire un tirocinio e chi, già laureato, vuole effettuare all’estero il dottorato.

Vengono principalmente selezionati, premiandoli, gli studenti che hanno una buona media e che sono in regola con gli esami. Gli studenti che partono per il progetto Erasmus possono contare su una borsa di mobilità mensile che ha un importo diverso a seconda del costo della vita del paese straniero prescelto. Questo contributo economico viene integrato da un altro proveniente dal Ministero dell’Istruzione.

Un’esperienza di vita e di studio molto preziosa che si scontra anche con le difficoltà nel reperire le informazioni utili per cercare alloggio o per svagarsi la sera.

La soluzione di Dot-E

Per superare le difficoltà nel reperimento delle informazioni, per andare oltre ai social, ai forum o blog, ecco l’app creata da uno studente, Giacomo Calabrese, originario di Cassino e anche lui studente Erasmus (precisamente a Siviglia). Con il suo socio, Matteo Mirabella, hanno creato il sito Dot-E che è punto di partenza per un progetto molto più ampio.

“Una community – si legge sul sito – dove tutti gli Erasmus possono incontrarsi e scambiarsi ospitalità durante i numerosi viaggi che intraprendono durante l’anno più bello della loro vita”.

Perché Dot-E? Dot in inglese significa punto e in geometria per ogni punto passano infinite rette. Immaginando ogni città europea come un punto e il viaggio di ogni studente come una retta, diventa immediatamente chiara la loro missione: quella di unire più punti possibili, creando magici momenti di incontro e condivisione.

Dot-E nel 2018 è entrato a far parte di Speed MI Up l’incubatore di startup fondato da Università Bocconi e Camera di Commercio di Milano con il supporto del Comune di Milano e ad oggi è in piena fase di lancio (la piattaforma è stata lanciata a settembre scorso).

Il progetto si basa su 140 “ambasciatori”, sparsi in tutta Europa e pronti a dare il loro contributo a chi voglia viaggiare. Ad aprile 2019 arriverà anche l’app per rendere l’accesso ai momenti di incontro e condivisione anche più immediato.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter